Home Municipi Municipio IX

La Collina del Torrino: degrado nel verde

SHARE

L’area è in condizioni di forte degrado e abbandono. I cittadini chiedono una risoluzione.


Alcune segnalazioni da parte di cittadini del Torrino riguardo lo stato della Collina del Sic (Collina del Torrino) sono pervenute alla nostra redazione. Da alcuni anni la situazione di quest’area è al centro dell’interesse sia della popolazione che delle istituzioni. Già nel novembre del 2009 la Capogruppo della Sinistra Arcobaleno al Municipio XII Matilde Spadaro ha presentato un’interpellanza sullo stato della Collina. Al momento della presentazione la collina era in una condizione critica visto l’alto numero di precipitazioni atmosferiche e la possibilità che esse provocassero frane o smottamenti. Il documento non ha però ottenuto seguito da parte del Municipio XII. Nel 2010 la collina è stata inoltre oggetto di un piano, poi abbandonato, per la costruzione di box auto interrati, considerati inutili in una zona con scarsi problemi di parcheggio.
Ad oggi, viste le necessità e lo stato d’abbandono in cui si trova l’area, un gruppo di cittadini del Municipio XII ha deciso di riaccendere la protesta chiedendo una soluzione definitiva. La situazione sarebbe divenuta insostenibile: oltre ai segni di cedimento dell’intonaco di alcuni palazzi che affacciano sulla collina e le generali condizioni di degrado in cui versa la zona, i motivi delle proteste dei cittadini del Torrino riguardano principalmente i lavori di riqualificazione mai portati avanti per le aree verdi del quartiere. Richiedono inoltre un maggiore controllo per limitare le cattive frequentazioni notturne che la collina da tempo accoglie, nonché una risistemazione del manto stradale sollevato dalle radici degli alberi presenti lungo la carreggiata.
Il Presidente del Municipio XII Pasquale Calzetta ha risposto alle richieste dei cittadini ricostruendo la situazione della Collina del Torrino. Il Presidente ha ricordato che fino a pochi mesi fa la questione era di competenza del Consorzio Torrino Nord, il quale aveva l’onere del mantenimento in sicurezza della zona. Il Presidente Calzetta ha inoltre ricordato che nella scorsa primavera, al momento del passaggio della competenza degli interventi al Comune di Roma, il Municipio XII ha fatto eseguire alcuni interenti di manutenzione straordinaria per la messa in sicurezza dell’area. Nel prossimo bilancio, ha continuato Calzetta, si stanno prevedendo degli investimenti per le aree verdi, anche in attesa del bando per l’attuazione del Punto Verde funzionale proposto dallo stesso Consorzio Torrino Nord, che si dovrà occupare della manutenzione dell’area.
Il problema della gestione delle aree verdi è stato ricordato anche dal Presidente del CdQ Torrino Nord Fabio Mecenate, il quale ha riferito della scarsa manutenzione di queste zone fino a poco tempo fa affidata al Consorzio. Sempre Mecenate ha menzionato i lavori per gli impianti di illuminazione ultimati ma mai resi funzionanti, nonché l’assenza delle normali strutture comuni in qualsiasi parco: panchine, cestini dell’immondizia e parchi giochi. Tutto questo per il Presidente del Cdq rende maggiore il degrado della zona, abbandonata dai cittadini e non valorizzata. Le preoccupazioni del Comitato si estendono, inoltre, a tutte le aree verdi, dove l’erba non viene mai tagliata e la riqualificazione dovrebbe partire dalla raccolta dei rifiuti.
Sul problema è intervenuto anche il Consigliere Pdl del Municipio XII Paolo Pollak, che ha riconosciuto l’importanza e l’urgenza di una soluzione riguardo l’area. Pollak ha riferito di stare valutando l’idea di contattare gli amministratori condominiali degli stabili presenti nelle vicinanze della Collina del Torrino per sondare la loro disponibilità nel coinvolgimento di una partnership, tra il Municipio e i privati cittadini, per la riqualificazione dell’area. Questa iniziativa prenderebbe il via sulla scia di un progetto già esistente che coinvolge l’Associazione dei Cittadini di via Calcutta, sempre in zona Torrino, per l’intervento condiviso tra privati e istituzioni.

Leonardo Mancini