Home Municipi Municipio IX

La nostra storia, la nostra memoria

SHARE
Auschwitz-Birkenau

Una rassegna teatrale in Municipio IX per le giornate della memoria

LA RASSEGNA – Apre i battenti, martedì 27 gennaio, la rassegna teatrale e culturale dal titolo “La nostra storia, la nostra memoria”, un percorso attraverso tragedie come la Shoah, le Foibe o il periodo della Resistenza, per ricordare a tutti, soprattutto ai i più giovani, che cosa quei momenti hanno rappresentato per le generazioni che ci hanno preceduto. Tre appuntamenti per ricordare la storia del nostro Paese. Tre spettacoli per tenere viva la memoria di ciò che è stato e mai più dovrà essere. Momenti di ascolto, approfondimento e riflessione nati dalla volontà dal Presidente del Municipio IX di Roma Capitale, Andrea Santoro e dell’Assessore municipale alla Cultura, Laura Crivellaro e realizzati dall’Associazione Culturale e Teatrale il Palcoscenico che si è aggiudicata il bando municipale sui percorsi della memoria, con il sostegno dell’Assessorato alla Cultura, Creatività e Promozione Artistica di Roma Capitale.

LA SHOAH – Il primo appuntamento è con lo spettacolo teatrale “Roma-Auschwitz andata e ritorno”. Nel Giorno della Memoria della Shoah, in concomitanza con il 70° anniversario della liberazione del Campo di Auschwitz-Birkenau, la compagnia Il Palcoscenico propone, al teatro San Mauro Abate nel quartier Laurentino-Fonte Ostiense, la storia di Settimia Spizzichino, l’unica donna sopravvissuta agli orrori del campo di sterminio polacco tra i 1023 deportati dal Ghetto di Roma il 16 ottobre del 1943. L’inizio è previsto per le 20.45. Sabato 31 gennaio è in programma una replica dedicata al pubblico delle Scuole Secondarie di II grado che ne hanno fatto richiesta.

LE FOIBE – La rassegna continua martedì 10 febbraio, Giorno del Ricordo delle vittime delle Foibe, ed è affidata all’Associazione “Polymnia” di Udine che presiederà la conferenza spettacolo “La tragedia delle Foibe, musica e poetica contro l’intolleranza”, di Sonia Dorigo e Marco Maria Tosolini. La narrazione, corredata da ricchi dettagli storici, verrà drammatizzata attraverso letture di testimonianze, immagini e frammenti filmici documentali, canti e musiche sul tema dell’intolleranza, della violenza e del sopruso. Le letture sono affidate a Roberto Bencivenga. La conferenza prevede due repliche, entrambe presso il Teatro San Marco Evangelista, nel Quartiere Giuliano Dalmata: la prima di mattina, dedicata alle scuole del territorio, la seconda in serata, alle 20.45, aperta al pubblico. Sempre sul tema delle Foibe è prevista anche una visita guidata all’Archivio e Museo Storico di Fiume, in Via Cippico, 10, la mattina del 18 febbraio con la partecipazione di tre gruppi di studenti delle scuole Secondarie superiori sempre del Quartiere Giuliano Dalmata.

LA RESISTENZA – Chiude la rassegna un documentario storico-teatrale dedicato alla resistenza dal titolo “Le strade raccontano”, realizzato in collaborazione con l’Associazione Spinaceto Cultura e Spettacolo Boomerang. Lo spettacolo disegna una panoramica degli eventi bellici più significativi tra il 1943 e il 1944, passando per l’armistizio dell’8 settembre, fino al 24 marzo 1944, giorno dell’eccidio delle fosse Ardeatine, raccontando le tappe eroiche di una Resistenza che fu definita “la più forte d’Europa” e le vite di tanti caduti nella guerra di Liberazione, i cui nomi riecheggiano oggi nella toponomastica del quartiere a sud di Roma. Alle scuole secondarie superiori del Municipio IX è riservato il matinée di martedì 24 marzo presso il Centro Culturale Elsa Morante. La replica in serata aperta al pubblico è prevista per le 20.45.