Home Municipi Municipio IX

Laurentina: pronta la nuova assegnazione dei cantieri

SHARE
Laurentina cantieri repertorio

Entro fine maggio prevista la ripresa degli interventi

Tratto da Urlo n.135 maggio 2016

LAURENTINA – Si è aperto un nuovo iter per ottenere (finalmente) la conclusione dei cantieri su via Laurentina, lavori per un totale di 14 milioni di euro, 10 dei quali già utilizzati. Dopo anni di “stop and go”, di documenti votati in Consiglio municipale e dopo l’esposto denuncia del Minisindaco uscente, Andrea Santoro, la Città Metropolitana è arrivata alla estromissione del Consorzio fino ad oggi incaricato dei lavori. “A questa scelta si è arrivati dopo un lunghissimo braccio di ferro – spiega il Consigliere metropolitano delegato alla viabilità, Massimiliano Borelli – Si è dovuto, nostro malgrado, procedere alla risoluzione del contratto con la precedente ditta, così come preannunciato anche in un’assemblea con i cittadini, poiché le soluzioni presentate erano poco chiare. Avremmo potuto anche riaprire il cantiere, ma con il rischio di non avere certezza sull’esecuzione dei lavori e loro conclusione. Quindi abbiamo scelto di adottare la strada della risoluzione, di sicuro più lunga, dopo aver tentato ogni tipo di soluzione”.

A quanto si apprende l’iter richiederà circa 20 giorni, si potrà quindi intervenire sulla messa in sicurezza del cantiere, per poi assegnare i lavori all’ATI, seconda classificata. Saranno quindi effettuati dei sopralluoghi per valutare l’entità dei lavori rimanenti e stimare la durata degli interventi. Su questo piano, dall’opposizione municipale il candidato di Fdi Massimiliano De Juliis prevede che l’intervento dovrà essere sostanziale: “Anche dove dei lavori sono stati fatti bisognerà rimettere le mani – spiega – Il vero problema non sarà intervenire sui punti critici, ma la necessità di mettere in atto un intervento di manutenzione straordinaria. La solita “pezza” questa volta non sarà accettata dai cittadini”. Proprio per questo tipo di interventi, sempre secondo De Juliis, si dovrà fare capo a ulteriori fondi: “Si valuterà la consistenza dei lavori e si dovrà pagare quanto fatto fino ad oggi. Sembra che i fondi ci siano – prosegue – ma la Città Metropolitana sta pensando di attingere al bilancio per assicurarli”.

Ma intanto l’apprezzamento per il lavoro svolto in questo frangente dalla Città Metropolitana è stato sottolineato anche da Andrea Santoro: “Una buona notizia perché da troppi mesi ormai i lavori sono fermi e il cantiere aperto costituisce un ulteriore pericolo per gli automobilisti in transito”. Nell’ultimo anno, ha poi ricordato il Minisindaco, su quella strada si sono verificati 57 incidenti di cui 2 mortali, “tanto che avevamo denunciato la situazione alla Procura della Repubblica chiedendo l’apertura di un’inchiesta. Bene ha fatto il delegato, Massimiliano Borelli, a risolvere il contratto e apprezzo la determinazione con cui sta affrontando una situazione molto complessa. Nell’interesse dei cittadini – conclude – riconoscendo la complessità delle decisioni da adottare, che si garantiscano tempi certi per l’adeguamento della strada e la sua messa in sicurezza”.

La tempistica, per dare conto dell’intervento, ci porta ad aspettare la fine di maggio. “Entro allora – aggiunge l’ex Consigliere De Juliis – avremo delle notizie più certe. Speriamo che nel momento in cui verranno assegnati i lavori questi ripartano immediatamente. E speriamo fortemente di non assistere a un piccolo intervento spot di fine campagna elettorale”. L’attesa c’è, soprattutto perché dopo anni di incertezza sembra esserci una vera volontà di riprendere i lavori. La speranza è che questi, seppur necessari, non impattino troppo sulla mobilità generale dell’arteria che, nei prossimi mesi, potrebbe ospitare parte del volume di traffico dell’Ardeatina, interessata dai lavori di realizzazione delle importanti rotatorie di Porta Medaglia e di Falcognana.

Leonardo Mancini