Home Municipi Municipio IX

Municipio IX, mezzi pubblici: soppresse centinaia di corse

SHARE
bus-atac-30-roma

Lepidini (PD): “Nessuna informazione ai cittadini. Il Municipio non sapeva nulla?”

LA RIORGANIZZAZIONE DEL TRASPORTO – La nuova organizzazione del sistema del trasporto pubblico di superficie nella Capitale, da oggi strutturato non più in base ad un orario teorico di passaggio, ma sull’effettiva “disponibilità di veicoli necessari per la gestione delle corse”, ha creato alcuni disagi soprattutto nelle zone periferiche. La riorganizzazione è stata annunciata già nella giornata di ieri: “Uno dei nostri obiettivi è quello di essere chiari con i cittadini romani – ha scritto in una nota l’Assessora alla Città in Movimento, Linda Meleo – Non si poteva continuare ad ‘ingannare’ gli utenti dicendo loro ‘il bus passa ogni 5 minuti’ e non mantenendo poi questa promessa”.

LE CORSE SOPPRESSE IN MUNICIPIO IX – Nonostante la riorganizzazione vada di pari passo con un programma straordinario di manutenzione dei mezzi, “per incrementare gradualmente il numero di bus e tram disponibili fino a raggiungere il fabbisogno stabilito dal contratto di servizio tra Atac e Roma Capitale”, non sono mancate le critiche dai territori. In particolare per il Municipio IX è il Consigliere PD, Alessandro Lepidini, ad attaccare la riorganizzazione e a chiedere se il Municipio fosse stato informato della soppressione di alcune corse. “Nel IX Municipio – prosegue il consigliere dem – le soppressioni di corse interessano le linee 071 – 700 – 703 – 705 707 – 708 – 723 – 766 – – 779 – 788 – 797, ma anche 30, 31 e 170”.

NESSUNA INFORMAZIONE AI CITTADINI – Sono molte le linee interessate dal piano, sul quale, come affermato da Lepidini, non sarebbe stata fatta adeguata informazione alla cittadinanza e ai pendolari residenti nelle zone più periferiche: “Per le modalità con le quali il provvedimento è maturato in assenza di adeguata informazione e con un impatto pesantissimo per gli utenti del trasporto pubblico specialmente di quello extra-Gra c’è da chiedersi chi e secondo quali criteri abbia fatto tali scelte – seguita Lepidini – È un fatto inaccettabile perché pur motivato con le esigenze di apportare interventi manutentivi alle autovetture comporta la forte riduzione dell’offerta di trasporto pubblico prevista dal contratto di servizio senza l’opportuna gradualità”.

L’INTERROGAZIONE DEL PD – Su questa vicenda il PD vuole chiarezza, per capire se il Municipio IX fosse stato avvisato della riorganizzazione, in modo da dare massima diffusione di tutte le informazioni disponibili: “Presenterò un’interrogazione per sapere se il Municipio IX era informato o consultato rispetto a questa decisione – conclude Lepidini – E quali iniziative intenda adottare per garantire che le pur necessarie operazioni manutentive sulle autovetture non penalizzino i cittadini fruitori del trasporto pubblico”.

Leonardo Mancini