Home Municipi Municipio IX

Municipio IX: nessuna notizia sul divieto di transito ai Tir su via Ardeatina

Ma dal M5S si pensa ad un piano alternativo. De Juliis Fdi: “Se esistono i divieti come possono solo ipotizzare di toglierli?”

SHARE
divieto tir ardeatina

I DIVIETI – Il Divieto di transito ai mezzi pesanti su via Ardeatina, disposto durante il periodo della vertenza sulla discarica della Falcognana, è tornato d’attualità in Municipio IX. A richiedere che il divieto venga fatto rispettare, attraverso controlli e segnaletica, è il consigliere di Fdi, Massimiliano De Juliis, con un atto protocollato ben 7 mesi fa, del quale non si hanno avute più notizie.

IL PIANO ALTERNATIVO – “La maggioranza a cinque stelle ci ha chiesto di approfondire l’argomento in commissione, ma a distanza di tutto questo tempo non è stato prodotto nulla e l’atto ancora non è stato licenziato. Ora sappiamo il perché – afferma il consigliere De Juliis – Nell’ultimo Consiglio siamo venuti a conoscenza direttamente dal Presidente del Municipio che gli stessi stanno studiando una soluzione per rivedere il transito dei mezzi pesanti sul quadrante ipotizzando anche di ripristinare il passaggio dei TIR in un solo senso di marcia in alcune strade. Quali strade? Forse Via Ardeatina e Via di Porta Medaglia?”

DECISIONE NON CONDIVISA – Secondo l’esponente municipale di Fdi sarebbe questo il motivo per cui l’atto non è stato approfondito e i controlli richiesti non sono stati sollecitati: “Se esistono i divieti come possono solo ipotizzare di toglierli? Su quale base? – aggiunge De Juliis – Cosa grave è la scorrettezza istituzionale che chiede di approfondire un documento, senza farlo, mentre tentano di studiare altre soluzioni ma, cosa ancora più grave, è che ancora una volta cercano di decidere chiusi nel palazzo e nelle segrete stanze senza ascoltare i consiglieri che presentano documenti, oppure i comitati dei cittadini”.

ABBANDONARE IL PROGETTO – Per il consigliere De Juliis è necessario abbandonare qualsiasi altro studio alternativo e procedere all’implementazione della segnaletica e dei controlli: “Una cosa è certa, non conoscendo bene la problematica non conoscono il livello di esasperazione dei cittadini – afferma – Chiediamo di approvare subito il nostro documento e di abbandonare l’ipotesi di eliminare i divieti per evitare pesanti ripercussioni e risolvere definitivamente la problematica”.

LeMa

SHARE