Home Municipi Municipio IX

Municipio IX: per aree verdi e rotatorie si pensa ai privati

SHARE
giardiniprivati

Si apre la discussione sulla cessione ai privati della manutenzione di aree verdi

IN CONTINUITA’ – con l’iniziativa messa in atto nella scorsa consiliatura del Municipio IX, il consigliere FI-PdL, Massimiliano De Juliis, spiega che è stato “Protocollato un documento che richiede la messa a bando delle aree verdi e delle aiuole presenti nelle rotatorie stradali o nelle zone di spartitraffico che porterà ad maggiore fruizione attraverso sponsor privati”.

 

L’INIZIATIVA – era già stata avviata nel marzo scorso: “Con una sorta di adozione di un’area verde, da parte di chiunque sia interessato e disponibile a farsi carico delle spese per la manutenzione – continua De Juliis – si può avviare una sinergia tra pubblico e privato che auspichiamo possa portare ad un processo virtuoso che valorizzi gli spazi verdi, li renda maggiormente fruibili alla cittadinanza e contribuisca ad un contenimento della spesa pubblica, cosa di cui le amministrazioni hanno un gran bisogno. Il documento prevede l’emissione un bando per l’aggiudicazione delle aree sulla base del progetto pilota già avviato dal centro-destra nella scorsa consiliatura”.

LA SISTEMAZIONE – delle aree verdi da parte dei privati verrà ripagata con l’apposizione di un cartello con il logo della società o dell’impresa che ne cura la manutenzione: “I soggetti pubblici o privati, enti o associazioni, potranno partecipare alla cura di questi spazi con progetti di migliorie e di manutenzione ordinaria. In cambio avranno un ritorno di immagine attraverso l’apposizione nell’area di cartelli pubblicitari con il proprio logo o nome.

LA SPERANZA – è quella di mantenere, anche sul lungo periodo, la manutenzione ordinaria delle aree, dovuta alla cattiva pubblicità che comporterebbe un’area verde non adeguatamente manutenuta: “In questo modo i vantaggi per l’amministrazione saranno doppi – conclude De Juliis – si avrà un maggiore decoro e non si spenderanno più soldi per le aree a verde non di pregio, speriamo che la Giunta Santoro colga questa innovazione che abbiamo messo a loro disposizione”.

Leonardo Mancini