Home Municipi Municipio IX

Municipio IX: positivo lo streaming ma è polemica sulle regole

SHARE
streamingmunIX

Dall’opposizione si chiede chiarezza sulle regole e l’assegnazione diretta per la trasmissione delle sedute

LO STREAMING – Con la direttiva n.4 del 22/07/2013 la Giunta municipale ha approvato la diretta streaming per le sedute del Consiglio Municipale, con l’obiettivo di offrire una puntuale informazione al cittadino e perseguire la trasparenza dell’attività degli organi municipali. “Grazie alla disponibilità dell’Assessore all’Innovazione tecnologica Marta Leonori, – spiega il Presidente del Municipio IX, Andrea Santoro – e grazie alla fattiva collaborazione del Dipartimento Risorse Tecnologiche che ci ha seguito nell’iniziativa, per la prima volta i cittadini potranno seguire i lavori del Consiglio tramite rete web direttamente da casa o dal lavoro”.

 

LA POLEMICA – È durante la prima seduta in streaming del Consiglio del Municipio IX, che si anima la polemica sulle regole per la trasmissione. Ad incalzare il presidente del Consiglio Gargano, la Giunta e il Presidente Santoro, è il consigliere PdL nonchè vice presidente del Consiglio, Massimiliano De Juliis: “La diretta streaming è un’operazione di trasparenza ma bisogna arrivarci in maniera trasparente. Chi deve decidere come si svolgono i lavori in Aula non è una direttiva di Giunta ma deve essere il Consiglio, l’Ufficio di Presidenza e la Conferenza dei Capigruppo. Ci sono regole da rispettare per portare delle modifiche al Regolamento – sono molte le domande poste dal consigliere de Juliis, riprese anche dal Capogruppo PdL, Paolo Pollak – Che uso si farà di queste registrazioni? Possono essere scaricate dalla rete? Si potranno tagliate e utilizzate fuori contesto? Possono essere cedute a terzi? Le inquadrature si limitano a chi interviene o vengono inquadrati anche gli altri consiglieri? Chi trasmette oggi ha ricevuto un’incarico diretto oppure è stato fatto bando?”.

LE RICHIESTE – mosse dal PdL municipale riguardano quindi la necessità di regolamentare precisamente lo strumento dello streaming, utilizzando i mezzi e le commissioni preposte: “Ci sono una serie di particolari che vanno regolamentati. Ad ogni atto politico deve seguire un’atto amministrativo che dia delle regole – conclude De Juliis, rivolgendosi al Presidente del Consiglio Municipale – Da Lei presidente Gargano del consiglio mi aspetto delle garanzie e che ci siano delle regole per le dirette streaming”. Più diretto il capogruppo Pollak, che nel suo intervento chiede anche l’interruzione delle riprese: “.Sono convinto che debba esserci la diretta delle nostre sedute, ma le perplessità sottolineate dal collega De Juliis vanno valutate in sede competente – conclude Pollak – Chiediamo la sospensione delle riprese per decidere se iniziare oggi con la diretta streaming o aspettare la regolamentazione”.

NEI GIORNI SCORSI – Anche il Movimento 5 Stelle del Municipio VIII aveva accennato ad alcuni miglioramenti da applicare a questo strumento: “La Giunta del Municipio deliberando sullo streaming delle sedute del Consiglio Municipale non ha considerato la possibilità di includere un archivio delle riunioni – spiega il Capogruppo pentastellato al Municipio IX, Giuseppe Mannarà – In questo modo chi non potrà guardare la seduta in diretta non potrà ‘recuperare’ in un secondo momento. Speriamo che questa mancanza venga superata in un secondo momento e che verremo coinvolti in questo”.

Leonardo Mancini

SHARE