Home Municipi Municipio IX

Municipio IX: sulla compartecipazione parola ai cittadini

SHARE
foto sistemazione verde vigna murata

Sgravi fiscali e manutenzione del verde. Il Coordinamento dal commissario Tronca sull’Art.24

L’INIZIATIVA DEL COORDINAMENTO – Dopo l’iniziativa di ieri in Municipio IX dal titolo “Pronti per la compartecipazione urbana” relativa all’applicazione dell’Art. 24 del decreto Sbocca Italia, che permetterebbe degli sgravi fiscali ai cittadini impegnati nella manutenzione del verde, abbiamo raccolto le impressioni del Coordinamento dei CdQ del Municipio IX. A parlarci dell’iniziativa e delle azioni intraprese dal Coordinamento, in merito a questa mancanza legislativa, è la portavoce Carla Canale: “Il prossimo 14 marzo il Coordinamento CdQ Municipio IX sarà ricevuto dal Commissario Straordinario Tronca in Campidoglio per trattare con lui il tema dell’art. 24 e confrontarci su questo, portando la nostra bozza di delibera e regolamento – spiega – Molti di noi hanno già sperimentato positivamente la formula della partecipazione diretta dei cittadini di manutenzione di aree dei quartieri e più in generale di gestione del verde pubblico”. 

LA CRISI ECONOMICA E LA GESTIONE DEGLI SPAZI – Una storia che parte da lontano, da quando il CdQ Vigna Murata nel 2015 portò la questione dell’applicazione dell’Art 24 all’attenzione dell’ex Assessore all’Ambiente Estella Marino: “La crisi economica e finanziaria che ha colpito inevitabilmente anche le casse statali ha contribuito, purtroppo, a determinare un declino degli spazi e servizi pubblici collettivi nonché una rapida disaffezione dei cittadini nei confronti del proprio habitat urbano. Vincoli sempre più stringenti ai bilanci degli enti locali – seguita Carla Canale referente tematico dello stesso sull’art.24 – li hanno portati a ridurre il proprio intervento a favore dei bisogni della comunità locali”.

UN RUOLO PIÙ AMPIO PER I CITTADINI – Nelle intenzioni del Coordinamento l’attuazione dell’Art 24 farebbe il paio con la crescente ricerca di un ruolo più ampio dei cittadini nella gestione e nella cura dei beni pubblici: “Qualifica il loro intervento anche nel riuso e nel recupero dei beni immobili e delle aree inutilizzate. Risponde alla crescente richiesta di partecipazione dei cittadini alla vita collettiva, come previsto anche dall’articolo 118 della Costituzione che favorisce le iniziative autonome di cittadini singoli ed associati. Inoltre – e non è poco – fa crescere il senso civico ed il senso di comunità dei quartieri e quindi della città”. Tutto questo, spiega Carla Canale, in un Municipio ricco di iniziative locali: “Nei quartieri di questo Municipio sono state molte le iniziative spontanee in maniera saltuaria supportate dall’Amministrazione con Civico9 (giornata di decoro annuale), ma nella maggior parte dei casi del tutto autonome ed indipendenti cui i cittadini partecipano unicamente per sentirsi una vera comunità, autofinanziandosi per attrezzi e materiale necessario.

I PROSSIMI APPUNTAMENTI DEL COORDINAMENTO – I cittadini del Coordinamento hanno in programma di continuare la loro opera di divulgazione sulle caratteristiche dell’Art 24. Ci sono già state assemblee in quartieri come Torrino Nord e ne sono previste alte a Giuliano Dalmata, Spinaceto/Tor De Cenci e Casal Brunori. “In questo contesto – concludono dal Coordinamento – ben vengano le iniziative come quelle del Presidente Santoro organizzata ieri, che nonostante il temporale abbattutosi sulla Capitale ha avuto un’ampia partecipazione. Vuol dire che i cittadini ci sono e sono pronti, speriamo lo sia anche l’Amministrazione”.

Leonardo Mancini

(Foto CdQ Vigna Murata)

 

SHARE