Home Municipi Municipio IX

Nel Municipio IX il mercato di Natale sarà a piazza Cina

Polemiche sul bando municipale che non apporta modifiche a quello precedente

SHARE

Tratto da Urlo n.151 novembre 2017

TORRINO – Anche quest’anno, sul territorio del Municipio IX, il mercato natalizio si svolgerà al Torrino, nella consueta location di piazza Cina. La decisione è stata annunciata di recente sulla pagina Facebook del Movimento 5 Stelle municipale: “Anche nel 2017 le tradizioni e i valori del Natale avranno il giusto spazio – si legge – in un clima di festa, diventando al contempo opportunità di lavoro e di sviluppo economico. Luminarie, articoli e prodotti tipici natalizi, riempiranno piazza Cina, che sarà protagonista degli eventi. Vista la nuova normativa sulla sicurezza per le manifestazioni, infatti, per il momento non è stato possibile realizzare l’evento su più siti. Tuttavia, dal prossimo anno, sarà attuato un nuovo regolamento che offrirà soluzioni congrue al territorio e al contesto storico”.

LE POLEMICHE – Il bando che è scaturito dopo la deliberazione non ha subito variazioni rispetto a quello dello scorso anno e ciò ha scatenato del malcontento tra le fila dell’opposizione municipale, che ambiva a delle migliorie estetiche e a un provvedimento di maggiore durata nel tempo. Niente casette di legno anche questa volta e il bando, come il precedente, durerà solamente un anno e non tre come si auspicava. “Nulla è cambiato – ha commentato Massimiliano De Juliis, Vicepresidente del Consiglio del Municipio IX (Fdi) – Lo scorso anno l’attuale amministrazione aveva come scusante quella di essersi insediata da poco, ma in tutti questi mesi non è stato fatto nulla. Per le casette di legno un anno fa venne bocciata la nostra proposta con la motivazione che questo tipo di allestimenti fossero poco convenienti per gli operatori”. Ma, secondo De Juliis, il bando per i mercati natalizi dovrebbe essere più orientato a colmare un’esigenza della cittadinanza che dei privati, che possono decidere di non partecipare. Inoltre, se la gara fosse per più di un anno, tre o quattro ad esempio, la spesa potrebbe essere ammortizzata ed essere più sostenibile per gli imprenditori. “Si potrebbe avere un dialogo con gli operatori, parlarne con loro, ma nulla è stato fatto e tutto è rimasto uguale. In Europa si riescono a fare dei mercatini natalizi degni di nota ed esteticamente belli, da noi, invece, sembra impossibile”. Altro rammarico è che non si sia pensato alle periferie ma solo alla consueta location di piazza Cina che, benché appetibile commercialmente, non è l’unica che poteva concorrere a ospitare il mercato.

LE MOTIVAZIONI – Il perché non siano state apportate modifiche rispetto allo scorso anno è stato spiegato da Roberto De Novellis, Vicepresidente del Municipio IX e Assessore alle Attività Produttive: “Il motivo risiede nel regolamento prefettizio sulle norme antiterrorismo, sempre più stringenti, che non ci hanno permesso di estendere la manifestazione in altre location. Abbiamo quindi preferito limitarla a piazza Cina, un luogo accettato dalla cittadinanza e facilmente gestibile in termini di sicurezza”. Per il prossimo anno, ha assicurato, c’è l’intenzione di apportare delle modifiche, sia a livello estetico, magari introducendo finalmente gli allestimenti in legno tanto ambiti, sia in termini di durata, facendo un bando per tre anni. “Per un solo anno gli operatori non avrebbero potuto ammortizzare il costo di allestimenti di quel tipo e il mercato natalizio non sarebbe stato sostenibile per loro. L’intenzione, per il prossimo anno, è di fare un bando triennale, riadeguandolo alla normativa che si consoliderà in questi mesi”.

La manifestazione si svolgerà dall’8 dicembre al 6 gennaio, su un’area di circa 2500 mq che conterrà un centinaio di espositori, orientati all’artigianato e al km0. Il prossimo anno, forse, il sogno di un mercato di stampo europeo diverrà finalmente realtà.

Serena Savelli