Home Notizie Città Metropolitana

Ponte della Falcognana: lavori conclusi il 30 settembre

Si guarda ad una apertura anticipata dell'Ardeatina e agli interventi sulle strade del quadrante

SHARE

Tratto da Urlo n.160 Settembre 2018

ARDEATINA – La riapertura del tratto di via Ardeatina interessato dai lavori di rifacimento del ponte ferroviario della Falcognana è prevista per il 30 settembre prossimo. Con l’inizio della scuola ormai vicino, la preoccupazione è che gli ultimi giorni di chiusura dell’importante arteria si tramutino in un vero e proprio girone infernale, ma la speranza è che la riapertura possa arrivare con qualche giorno d’anticipo. Nell’ultima settimana d’agosto sono stati portati a termine i lavori più delicati dell’intero intervento. La linea ferroviaria ha subito uno stop dovuto alla demolizione del vecchio ponticello e la sostituzione con la nuova infrastruttura, realizzata nelle settimane precedenti all’interno del cantiere. Solo dopo questa delicata operazione i treni hanno potuto riprendere il normale servizio sulla linea.

VERSO LA RIAPERTURA – Sul cronoprogramma dei lavori e per avere rassicurazioni in merito alla tempistica per la riapertura di via Ardeatina, abbiamo ascoltato la Commissione municipale Mobilità. Il Consigliere pentastellato Giulio Corrente ha sottolineato il buon andamento dei lavori e il rispetto delle tempistiche indicate fino ad oggi dalla ditta. Per questo ha avanzato l’ipotesi di una riapertura anticipata, tutta, lo sottolineiamo, ancora da discutere: “Abbiamo intenzione di chiedere formalmente alla Città Metropolitana di accelerare la riapertura di via Ardeatina, indicando una data utile a ridurre l’impatto del traffico dovuto al rientro a scuola. Gli interventi rimasti da effettuare sulla sede stradale dovrebbero essere minimi, quindi si potrebbe pensare a un senso unico alternato”. Una decisione che dovrebbe essere comunque presa in tempi brevi e che potrebbe, in parte, migliorare i flussi di traffico in vista della riapertura delle scuole. Tra i problemi che restano comunque all’ordine del giorno in questi territori, c’è sicuramente il rispetto del divieto di transito dei TIR. Da gennaio ad oggi la Polizia Locale avrebbe comminato più di 1000 contravvenzioni e dal Municipio si cerca ancora il metodo più adeguato per risolvere questo problema: “Siamo in attesa di un incontro con tutti gli attori coinvolti per analizzare le criticità e trovare il metodo più adeguato, anche dal punto di vista normativo, per posizionare le telecamere”, ha seguitato Corrente. Il rischio infatti è che le sanzioni comminate con questo sistema possano venir contestate, una ulteriore beffa che non sarebbe accettata dai residenti della zona.

LA VIABILITÀ ALTERNATIVA – Se da un lato i sopralluoghi effettuati in queste settimane hanno evidenziato il buono stato del tratto di via di Porta Medaglia risistemato da RFI (circa 1 Km), il resto della viabilità utilizzata in alternativa a via Ardeatina non versa di certo in ottime condizioni. Strade come la stessa Porta Medaglia (nel tratto non riqualificato) o via di Torre Sant’Anastasia, dopo aver sopportato ingenti flussi di traffico avranno bisogno di interventi. “La nostra volontà – ha spiegato Corrente – è quella di intervenire con l’appalto in partenza il 12 settembre prossimo per completare l’ultimo tratto di Porta Medaglia non interessato dai lavori di RFI. Altro tema riguarda le condizioni di via Sant’Anastasia – aggiunge – In questo caso nell’assestamento di bilancio chiederemo i fondi per la sistemazione”. Interventi attesi quindi, che diverranno sempre più urgenti con il passare dei mesi e con il progressivo peggioramento delle condizioni metereologiche.

Leonardo Mancini

(Nella foto il vecchio ponte ferroviario di Falcognana su via Ardeatina)