Home Municipi Municipio IX

Prostituzione Municipio IX: Santoro chiama i cittadini a ‘Consiglio’

SHARE
prostituzioneeurrepertorio

Ma dall’opposizione ribattono: “La seduta l’abbiamo chiesta noi, quattro mesi fa”

LE 5 AZIONI E IL CONSIGLIO STRAORDINARIO – Dalla giornata di ieri le pagine dei social network e le caselle di posta elettronica di moltissimi cittadini del Municipio IX, sono state raggiunte dalla lettera aperta del Presidente Santoro sul tema della prostituzione. In quelle righe il minisindaco, oltre a ribadire che la sua proposta sullo zoning non si limitava all’istituzione di zone a luci rosse, ha posto in essere le basi di cinque azioni per combattere il fenomeno. In primis il divieto della prostituzione in prossimità di abitazioni, scuole e parchi gioco; poi multe fine a 500 euro per i clienti; l’utilizzo degli operatori delle unità di strada per strappare dallo sfruttamento ogni donna vittima di tratta; il coordinamento delle Forze dell’Ordine per un controllo del territorio più efficace; e l’attivazione di giornate di educazione sentimentale, affettiva e al rispetto del corpo della donna nelle scuole. Sono cinque proposte – spiega Santoro – che possono essere attivate fin da subito, nel rispetto della legge, e che possono fare i Municipi e gli enti locali in generale in attesa che il Parlamento decida di approvare una nuova legge che superi la legge Merlin”. In ultimo il Presidente ha dato appuntamento alla cittadinanza per giovedì 19 febbraio alle ore 15, per un Consiglio municipale straordinario.

LE CRITICHE – Le repliche alle affermazioni del Presidente non hanno tardato ad arrivare. Molti cittadini hanno immediatamente levato gli scudi nei confronti del Presidente isolato dal suo stesso partito, mentre in alcuni casi le critiche verso questa impostazione sono state implacabili. Intanto è il Capogruppo di FI in Municipio IX, Massimiliano De Juliis, a prendere la parola per sottolineare che la proposta di un Consiglio municipale straordinario non viene dagli scranni del Pd, ma bensì dai banchi dell’opposizione: “Sono quattro mesi che abbiamo protocollato la richiesta per questo Consiglio straordinario senza che il Presidente si sia mai degnato di affrontare tali argomenti con il Consiglio Municipale, con le commissioni e con i cittadini”.

LE 5 AZIONI PUNTO PER PUNTO – Il consigliere forzista non manca di entrare nel merito della questione, puntando a commentare le ‘azioni’ proposte dal Presidente Santoro: “Dice di voler vietare la prostituzione dove ci sono abitazioni, scuole e parchi gioco e multare i clienti delle prostitute che non rispettano il divieto. Il Presidente ha scritto per caso una nuova legge oppure doveva fare quello che chiediamo da 2 anni? Cioè fare i controlli al fine di limitare il fenomeno? – seguita De Juliis riferendosi alle richieste avanzate da FI in più occasioni, come nel periodo estivo per contrastare la movida selvaggia – Noi crediamo, e lo diciamo da mesi, che si devono utilizzare i mezzi a disposizione e controllare il territorio con le forze dell’ordine in attesa di una legge nazionale che vieti la prostituzione in strada, cosa da noi già richiesta ma bocciata dalla sua sinistra”.

IL COORDINAMENTO DELLE FORZE DELL’ORDINE – De Juliis prosegue poi criticando le affermazioni del Presidente sul coordinamento delle Forze di Polizia: “Dice anche di voler coordinare le forze dell’ordine sul territorio, abbiamo letto bene? Vuole coordinare le forze dell’ordine? Si vuole sostituire forse al Prefetto? – ironizza De Juliis – È questo il tanto decantato progetto Zoning che doveva partire ad aprile che è stato bocciato dalle forze dell’ordine, dal Prefetto e anche dal suo stesso partito? La montagna ha partorito un topolino – conclude – pensiamo tutto questo sia servito solo a coprire il nulla delle Giunte Marino e Santoro su questa vicenda”.

L’APPUNTAMENTO – Intanto l’appuntamento con il Consiglio Straordinario sul fenomeno della prostituzione in Municipio IX è stato lanciato. Il Presidente per giovedì 19 alle ore 15 ha chiesto l’ampia partecipazione dei cittadini ad un Consiglio che si preannuncia essere piuttosto movimentato.

Leonardo Mancini