Home Municipi Municipio IX

Prostituzione Municipio IX: si accende il dibattito sullo ‘Zoning’

SHARE
prostituzioneeur

Con il Progetto #Michela arriva anche un’interrogazione del Centro Destra sull’estate all’Eur

LO ZONING – Il 24 settembre scorso il Presidente del Municipio IX, Andrea Santoro, ha annunciato il Progetto #Michela: “Ritengo che il fenomeno della prostituzione abbia raggiunto livelli di guardia in tutta la città di Roma ed è necessario ed urgente, per l’Amministrazione locale, intervenire. Lo zoning è stato già sperimentato con successo in altre città italiane; noi – spiega il minisindaco – vogliamo raggiungere l’obiettivo di conciliare il diritto alla sicurezza dei cittadini con l’ampliamento delle garanzie di tutela sociale e sanitarie per chi esercita questa attività. Il coinvolgimento delle associazioni del servizio Roxanne di Roma Capitale garantirà la messa a punto di un sostegno socio-sanitario alle prostitute e soprattutto, attraverso il monitoraggio continuo, sarà indispensabile per contrastare gli odiosi crimini di tratta, di prostituzione minorile e della prostituzione coatta”.

ALCUNE DOMANDE DAL CENTRO DESTRA – Dopo l’annuncio del Presidente del Municipio IX, Andrea Santoro, della volontà di introdurre lo zoning per controllare e limitare il fenomeno della prostituzione, non cessano le polemiche. In Particolare è il Capogruppo di Fi in Municipio IX, Massimiliano De Juliis, a porre il problema economico dell’intervento, ricordando la scarsa disponibilità di fondi lamentata dal Presidente Santoro negli ultimi mesi: “Dove trova le risorse visto che ha sempre detto di non averle quando il Consiglio del Municipio chiedeva all’unanimità controlli per far rispettare il divieto di transito ai non residenti dell’Eur (per contrastare la prostituzione) e per controllare se erano a norma le emissioni sonore di locali notturni che hanno reso l’estate dei residenti dell’Eur un incubo? dove era quando le aggressioni ai cittadini da parte dei parcheggiatori abusivi erano all’ordine del giorno?”.

L’INTERROGAZIONE – Per comprendere se la volontà del Parlamentino di via Ignazio Silone sia stata rispettata, il Consigliere forzista ha presentato un’interrogazione al Presidente: “Per sapere quanti e quali controlli sono stati effettuati questa estate, ma crediamo di conoscere la risposta”.

LE CRITICHE ALLO ZONING – “Oggi come fa il presidente Santoro a tollerare la prostituzione stradale e addirittura proteggere e controllare i luoghi tramite “zoning” in modo da far arricchire racket della prostituzione indisturbatamente? – si domanda il Capogruppo De Juliis – Crediamo che questa mossa sia solo fatta per mascherare l’inefficienza della sua giunta ed il completo abbandono di quartieri come l’Eur. L’unica soluzione per il decoro è tolleranza zero per la prostituzione in strada e autorizzarla nelle abitazioni, il resto – conclude – sono chiacchiere”.

Leonardo Mancini