Home Municipi Municipio IX

Rifiuti Municipio IX: continuano gli sversamenti illegali

SHARE
santa palomba 2

Discariche abusive in tutte le aree periferiche e con l’estate è emergenza

GLI ECOMOSTRI SOTTO IL LETTO – Mostacciano, Porta Medaglia e Santa Paolomba, tutte zone della fascia più esterna del Municipio IX che in comune hanno la presenza continua di discariche abusive. In molte occasioni abbiamo scritto di questo fenomeno, arrivando addirittura a parlare di: ‘ecomostri sotto il letto’. Difficili da stanare, in costante evoluzione, ma soprattutto in crescita. Le discariche abusive sono il pane quotidiano per molti territori periferici della città, anche se negli ultimi mesi ci arrivano segnalazioni da territori più centrali, dove questi ‘ecomostri’ si annidano in cantieri abbandonati, spartitraffico isolati o aree verdi poco frequentate.

LE ZONE E I RIFIUTI – A Parlare della situazione delle aree periferiche del Municipio IX, anche a fronte del caldo record delle ultime settimane, è il Consigliere e Capogruppo di FI Massimiliano De Juliis: “La situazione è diventata insostenibile ed ormai si teme anche per la salute pubblica”, esordisce il consigliere forzista che allega alla sua denuncia un ampio ‘campionario fotografico del degrado’. Dal quartiere Mostacciano fino alla rotatoria mai completata di Porta Medaglia sull’Ardeatina, passando per le strade di Santa Palomba. Tra i materiali abbandonati ai bordi delle carreggiate non mancano gli onnipresenti sacchetti di calcinacci, che assieme a vari materiali di risulta e agli involucri di sanitari, sono sicuramente il frutto dello sversamento illegale di qualche ditta di ristrutturazione. Si possa poi alla sequela di mobili, elettrodomestici e vecchi materassi, abbandonati illegalmente da svuota-cantine più o meno regolari o da concittadini troppo impegnati per recarsi ad un’isola ecologica. Ma tra i rifiuti non si può far a meno di notare i tanti sacchetti di immondizia comune, frutto, probabilmente, di una pessima differenziazione dell’immondizia domestica.

LE ACCUSE ALLA MAGGIORANZA – “Abbiamo interessato direttamente il Prefetto di Roma Gabrielli – spiega il Consigliere De Juliis riferendosi al recente incontro del Prefetto con la cittadinanza – vista l’incapacità del Municipio di risolvere le criticità”. De Juliis punta il dito e imputa questa situazione alla mancanza di programmazione della maggioranza municipale: “Sono passati due anni da quando la sinistra è al governo e ripetutamente è stato richiesto, nelle sedi istituzionali, un intervento di bonifica di siti ben noti ma da Stazi e Santoro non abbiamo mai avuto risposte”. Per il consigliere forzista non reggono più le accuse alla municipalizzata dei rifiuti: “In due anni non si può continuare a dire che è colpa di AMA, è una cantilena ripetuta all’infinito per coprire i propri errori, per il non saper programmare e dare delle priorità. In due anni c’era tutto il tempo per farlo e tutto questo ha un nome preciso, incapacità”, conclude De Juliis.

LeMa