Home Municipi Municipio IX

Rifiuti Municipio XII: tra maggio e giugno la nuova raccolta differenziata

SHARE
differenziata

 

Prosegue la diffusione del nuovo piano per la raccolta differenziata studiato da Ama per far fronte all’emergenza rifiuti. È la vota del Municipio XII, dove si è svolto il primo incontro di presentazione del piano ai comitati di quartiere.

 

IL PIANO – Questa volta la raccolta differenziata sembra essere, finalmente, l’unica soluzione. L’Ing. Perrone e il Presidente di Ama, Piergiorgio Benvenuti,  ci tengono a metterlo in chiaro: “Non si torna più indietro – ha dichiarato Perrone – non c’è nessun piano B, il funzionamento di questo piano di raccolta è l’unica possibilità per evitare una vera crisi dei rifiuti. Malagrotta chiuderà a breve e non ci saranno proroghe”. L’Ing. Perrone ha poi spiegato come in questo piano siano stati coinvolti tutti gli interlocutori della filiera del riciclo, dai cittadini in su. Comprendendo anche le imprese private, coinvolte per l’acquisto del materiale raccolto con la differenziata. 

NEL MUNICIPIO XII – la raccolta differenziata sarà perloppiù del tipo ‘porta a porta’, solo per un 10% del territorio, le aree più urbanizzate come via Ignazio Silone o via Cesare Pavese, verrà portata avanti una raccolta differenziata ‘stradale’. I delegati di Ama nel rivolgersi ai rappresentati dei comitati, hanno voluto presentare in dettaglio la logistica del piano e gli step da superare nei prossimi mesi. Per prima cosa i cittadini dovrebbero ricevere una comunicazione scritta da parte del Municipio XII in cui verranno informati delle novità nella raccolta dei rifiuti. Successivamente tutti, sia nelle zone servite dal porta a porta che in quelle della differenziata stradale, riceveranno una prima visita del personale Ama, munito di cartellino identificativo, che consegnerà materiale informativo per spiegare il funzionamento della nuova raccolta. Ci sarà poi un secondo incontro con gli operatori che consegneranno a tutti i cittadini un Kit con i sacchetti per la raccolta dell’organico e i piccoli secchi da esporre per permettere la raccolta. 

PORTA A PORTA – L’esposizione dei secchi della differenziata, hanno voluto precisare i delegati Ama, sarà a carico della cittadinanza. Il ritiro per i rifiuti organici sarà effettuato 2 o 3 volte alla settimana nelle ore serali (dalle 20.00 alle 02.00); mentre per il resto dei materiali (carta, indifferenziato e multimateriale leggero, come plastica e alluminio) la raccolta avverrà due volte la settimana durante la mattinata. Saranno poi disseminate per tutto il territorio del Municipio le campane per la raccolta del vetro.

STRADALE – La raccolta di questo tipo, individuata all’incirca per il 10% del territorio del Municipio, verrà svolta autonomamente dai cittadini che vedranno comparire il cassonetto per i rifiuti organici e le campane per il vetro. 

I TEMPI – La chiusura della campagna di sensibilizzazione, della quale l’incontro di ieri era solamente l’inizio, è prevista per maggio o giugno prossimi. Quando verrà attivata la raccolta differenziata, per qualche settimana, il vecchio e il nuovo sistema continueranno a coesistere fino alla definitiva scomparsa dei cassonetti tradizionali. Inseriti nel piano anche i commercianti, che porteranno avanti la raccolta al pari dei cittadini. 

I COMITATI – hanno avanzato alcune richieste e qualche critica al piano di Ama, fra tutti è stato richiamato all’attenzione il caso del IV Municipio. Su quel territorio il nuovo sistema ha dato non pochi problemi, tanto da portare Legambiente a recapitare al Sindaco, in occasione dell’Epifania, un sacco di carbone ed un dossier fotografico che dimostrava il fallimento della raccolta. I delegati Ama hanno ammesso che un periodo di assestamento sarà in ogni caso necessario. L’emento richiamato, che dovrà essere affinato, è la mappatura imperfetta delle necessità di raccolta per ogni zona. Non risulterebbe sufficiente l’elenco dei contribuenti della Tar,i a causa di evasioni e situazioni abitative non rilevabili attraverso questo strumento.  

RIFIUTI SPECIALI – Un settore delicato su cui i comitati di quartiere hanno, come sempre, dimostrato tutta la loro preparazione. Tante le domande sull smaltimento di batterie, medicinali, rifiuti verdi (sfrondature), ma anche olio da cucina e per le autovetture. È stato spiegato che in alcuni quartieri si sta sperimentanto la raccolta dell’olio a livello condominiale, mentre per gli altri rifiuti si dovranno utilizzare isole ecologiche (sia quelle fisse che quelle calendarizzate) e dei centri di raccolta mobile per i soli rifiuti speciali. “Ci siamo prefissati anche di rendere gratuito, per il ritiro al piano terra, il servizio a chiamata per i rifiuti ingombranti” ha dichiarato l’Ing. Perrone. 

PREMIALIT? – L’assenza di premialità nel piano è stata lamentata a gran voce dai cittadini. Le difficoltà di prevedere degli sconti sulla tariffa per i cittadini virtuosi sono state identifica sia nel maggior costo per l’azienda in questo tipo di raccolta, che nei costi di implementazione di sistemi di riconoscimento con badge o codici a barre. Altro elemento da tenere presente riguarda la durata della fornitura dei saccetti per la differenziata da parte della compartecipata. Solo per 6 mesi verranno forniti i sacchetti alla cittadinanza, successivamente, almeno per l’organico, ci si dovrà arrangiare utilizzando magari le buste biodegradabili dei supermarket. 

COMPATTATORI – I delegati dell’Ama hanno definito il ‘fiore all’occhiello’ dell’azienda i compattatori sotterranei per i rifiuti indifferenziati. Queste costose strutture sono state però contestate dai cittadini presenti al’incontro, che hanno ipotizzato la possibilità che qualcuno possa sentirsi libero di non fare la raccolta differenziata, conferendo tutti i suoi rifiuti direttamente nel compattatore. Sicuramente questa parte del piano avrà bisogno di maggiore progettualità e non è da ignorare la critica fatta dai comitati. 

I PROSSIMI APPUNTAMENTI – Nei prossimi mesi i cittadini del Municipio XII avranno altre possibilità di incontrare i delegati dell’Ama, in alcuni appuntamenti che verranno effettuati in tutti i quartieri del territorio. Continueremo a seguire gli sviluppi del piano e le risposte che, ad esso, darà la cittadinanza. 

Leonardo Mancini 

 

 

 

SHARE