Home Municipi Municipio IX

Ripartiti i lavori di adeguamento di via Laurentina

Dopo dieci anni, gli interventi sull’arteria, fuori dal GRA, termineranno a primavera

SHARE

LAURENTINA – Sono ripartiti i lavori di sistemazione della Laurentina, che in questi giorni stanno interessando il tratto di strada dal km 22+050, all’altezza della rotatoria S.P. Albano-Torvaianica, e al km 13+750, presso la rotatoria del cimitero Laurentino. Gli interventi, attesi da molto tempo e iniziati quasi 10 anni fa, si erano interrotti per varie vicende tra cui l’eliminazione delle Provincie, la revoca dell’incarico al primo consorzio che si stava occupando dei lavori e le dimissioni del Sindaco Marino. La strada, infatti, è di competenza di Città metropolitana di Roma Capitale che ad oggi, ridefiniti gli assetti a livello amministrativo, è riuscita a far ripartire gli interventi su questa importante arteria della città.

I LAVORI – “Ho voluto verificare personalmente il cantiere per apprezzare dal vivo l’andamento dei lavori – ha dichiarato a fine gennaio Fabio Fucci, Vice Sindaco della Città metropolitana di Roma Capitale – che riguardano la nuova pavimentazione stradale, effettuata con tecniche particolari che consentiranno di renderla omogenea a quella prevista per i lavori di allargamento del corridoio della mobilità. La tecnica che stiamo utilizzando ci consente di recuperare il vecchio asfalto e di utilizzarlo per costruire il nuovo sottofondo stradale, abbassando l’impatto ambientale dei lavori”. Le previsioni per l’esito degli interventi sono ottimistiche: “Di questo passo – ha concluso Fucci – contiamo di chiudere il cantiere della Laurentina entro la prossima primavera. Un risultato che ci consente di consegnare un’arteria stradale sicura ed efficiente, dopo 10 anni di attesa da parte dei residenti e non solo”. Nelle prossime settimane si prevedono rallentamenti con senso unico alternato, al fine di consentire la chiusura del cantiere nel più breve tempo possibile.

DAL CDQ – Sicuramente la ripresa dei lavori ha fatto tirare un sospiro di sollievo a chi percorre la Laurentina ogni giorno, nonché agli abitanti delle zone limitrofe. La strada, infatti, ha sofferto per anni di un degrado dovuto ai cantieri abbandonati, alle micro discariche abusive, alla mancanza di segnaletica, alla scarsa illuminazione e ad un manto stradale difficoltoso da percorrere. Senza dimenticare che gli interventi, finora, sono costati tanto: ben 14 milioni di euro erano stati stanziati e, finalmente, potranno essere usati nella loro interezza. “La situazione che abbiamo trovato tre anni fa quando ci siamo costituiti – ha dichiarato Lorella Seri, Presidente del CdQ Cinque Colline – era ben diversa dall’attuale. Abbiamo, nel tempo, rilevato tutte le criticità che c’erano sulla strada: alcune sono state prese in considerazione, per altre dovremmo continuare a combattere un po’ per ottenerle”. Gli interventi, che sicuramente miglioreranno la vita dei cittadini, sono molteplici: “Dall’illuminazione all’entrata delle Cinque Colline e sulle rotatorie, al rifacimento dell’asfalto in primis – ha continuato Lorella Seri – Inoltre è stato allargato il tratto di Santa Serena dove c’erano delle strettoie e sono stati ampliati dei ponticelli, quindi ora c’è molta più visibilità (mentre prima la strada era stretta e piena di curve). Quando verrà rifatta anche la segnaletica definitiva avremo una situazione completamente diversa”. Alla grande soddisfazione per la fine prossima dei lavori si aggiunge però qualche perplessità su degli interventi che dovranno essere verificati nel tempo per la loro funzionalità: “Bisognerà vedere se si avrà difficoltà nell’entrare e nell’uscire dalle singole colline – ha continuato Lorella Seri – L’illuminazione, inoltre, non sarà completa perché prevista solo sulle rotatorie e all’entrata dei quartieri. Abbiamo chiesto degli ‘occhi di gatto’ perché la notte è veramente buio. Inoltre – ha continuato – in prossimità del Fosso Radicelli, si creano allagamenti e lì si è cercato di intervenire rialzando la strada e con interventi di pulizia”. Tutta la strada, inoltre, è ad alta percorribilità e sarà necessario verificare i limiti di velocità soprattutto in prossimità degli incroci e delle entrate ai quartieri.

PIENA SODDISFAZIONE – Per il Consigliere Pd municipale Alessandro Lepidini, la ripresa dei lavori è un fattore estremamente positivo: “Finalmente viene sanata una delle ferite più grandi del nostro municipio – ha dichiarato – Una ripresa attesissima, importante e fondamentale che premia sia il lavoro dei cittadini e del Comitato Cinque Colline, sia l’impegno dell’allora delegato alla viabilità Massimiliano Borrelli e del Municipio IX che la sua parte l’ha sempre fatta”. Anche Massimiliano De Juliis, Vicepresidente del Consiglio del Municipio IX (Fdi), esprime soddisfazione per il proseguimento dei lavori che “procedono anche più speditamente rispetto al cronoprogramma”. Riguardo le criticità ancora da affrontare, De Juliis conferma quanto detto dal CdQ Cinque Colline: “Nelle intersezioni in prossimità degli ingressi ai quartieri bisognerà intervenire perché gli incroci devono essere ben visibili in quanto, complice la velocità, ci potrebbero essere degli incidenti”. Inoltre, secondo l’esponente municipale, attenzione dovrà essere data al Fosso Radicelli, soggetto, come dicevamo, a esondazioni. Sui meriti dell’operazione, in riferimento alle dichiarazioni del Vice Sindaco della Città Metropolitana, Fabio Fucci, secondo De Juliis è importante non dimenticare il passato: “Dal 2009 ci sono persone che seguono la vicenda e che hanno trovato una soluzione ogni volta che sorgeva un problema. In particolare un plauso va all’Ing. Di Biagio (che si sta occupando dei lavori per Città Metropolitana, ndr) perché è stato l’artefice della risoluzione di molti problemi e ha agevolato il lavoro di tutti quanti noi”.

Serena Savelli

Tratto da Urlo n.143 febbraio 2017

SHARE