Home Municipi Municipio IX

Riqualificazione Velodromo, il Municipio XII dice la sua

SHARE

Votata nella notte dal Municipio XII la delibera che sposta le cubature residenziali su un comparto limitrofo.


 

È stata votata nella notte, al Consiglio del Municipio Roma XII Eur, dopo circa dieci ore di dibattito, la delibera per la trasformazione dell’area dell’ex Velodromo, vincolandola ari trasferimento di tutte le cubature residenziali, previste sulla medesima, su un comparto limitrofo, al fine di adibirla esclusivamente a parco e servizi pubblici.
Il progetto di riqualificazione dell’area dell’ex Velodromo era stato investito da recenti polemiche proveniente dall’Amministratore delegato di Eur Spa, Riccardo Mancini, che aveva dichiarato che se non fossero arrivati i soldi dal Campidoglio e dal Ministero del Tesoro si sarebbero dovuti “necessariamente chiudere i cantieri della Nuvola”.
Il progetto di riqualificazione prevede l’80% dell’area a destinazione pubblica, comprendente servizi, verde, parcheggio, asilo nido e scuole materne, mentre il 20% ha una destinazione residenziale privata, in particolare di quattro edifici di 5 piani ciascuno, di limitato impatto volumetrico, con garage e parco attrezzato.

Con la votazione del Municipio pare che le cose siano destinante a cambiare, consentendo una maggiore attenzione per i servizi al cittadino e la rielaborazione di un piano più organico per lo sviluppo di un quartiere importante nella Capitale qual è l’Eur. In merito dichiara Massimiliano De Iuliis, capogruppo Pdl al Municipio Roma XII Eur: “Vengono di fatto accolte dal Municipio molte richieste dei cittadini che lamentavano la carenza di alcuni servizi come la realizzazione di un asilo nido, una materna, una media, un centro anziani e la nuova sede dei vigili urbani del XII° Gruppo, richieste inserite come condizioni vincolanti al parere favorevole espresso dal Municipio. Molte sono anche le opere previste – continua De Iuliis – come la rotatoria tra viale oceano Pacifico, via della Grande Muraglia e via della Tecnica; la rotatoria a largo Ataturk; l’eliminazione delle barriere architettoniche del quartiere; la realizzazione di parcheggi interrati per ridurre la sosta di superficie e restituire le piazze alle loro originaria funzione; l’eliminazione, ove possibile, delle intersezioni stradali a raso con la Cristoforo Colombo; il consolidamento della collina e la manutenzione straordinaria dei parchi del Torrino. Siamo certi – conclude De Iuliis – che l’Assemblea Capitolina saprà accogliere le condizioni poste dal Municipio senza le quali il nostro giudizio globale sull’intervento muterebbe”.


“È inopportuno intervenire a macchia di leopardo nel quadrante dell’Eur, con programmi urbanistici parziali e non organici. Crediamo si debba mettere in campo un nuovo piano unitario dell’Eur che tenga conto di tutti i pesi urbanistici che già gravano sul quartiere. In questo senso, non riteniamo ci siano le condizioni affinché il Municipio XII possa esprimere oggi parere favorevole alla delibera capitolina di trasformazione dell’Ex Velodromo Olimpico”. È quanto hanno dichiarato in una nota congiunta il Vicepresidente del Municipio Roma XII con delega all’ambiente Maurizio Cuoci, e i consiglieri municipali Pdl Simone Sordini e Pietrangelo Massaro, nel corso della discussione sulla proposta di delibera n. 61/2011, contente indirizzi al Sindaco per la sottoscrizione dell’Accordo di Programma, in deroga al P.R.G,, per la trasformazione dell’area dell’ex Velodromo.
“Riteniamo che dalla Nuvola di Fuksas alle ex Torri del Ministero delle Finanze, si debba lavorare ad un piano organico e complessivo di valorizzazione urbanistica dell’Eur, che ascolti le esigenze del territorio, consideri le infrastrutture di mobilità e i servizi necessari a migliorare la qualità della vita nel quartiere e tenga conto delle peculiarità storico-architettoniche dell’E42, già danneggiate dai progetti delle precedenti amministrazioni di centrosinistra”.

Andrea Falaschi