Home Municipi Municipio IX

Roghi Laurentina: fissati i passaggi per la bonifica delle aree

Dal M5s locale rassicurano: si procederà all’analisi dei rifiuti interrati e successivamente alla bonifica

SHARE
dig

DOPO I ROGHI E I FUMI ARRIVA LA BONIFICA

Dopo gli incendi e i fumi delle ultime settimane, finalmente iniziano ad arrivare alcune notizie sull’iter che seguirà la bonifica delle aree oggetto di sversamento illecito di rifiuti tra via Laurentina e via Castel di LevaA Fonte Laurentina la terra continua a fumare. Queste aree sono state oggetto di un incendio il 9 settembre scorso e per diverse settimane hanno continuato a fumare sprigionando odori tossici e nauseabondi. La causa di questi fumi sarebbe stata individuata nel rogo sotterrano di rifiuti interrati, che nei giorni seguenti all’incendio hanno continuato indisturbati la loro combustione. A parlare delle prossime azioni previste è il Presidente del Municipio IX, Dario D’Innocenti in una nota diramata sul sito del Municipio IX. Le informazioni riferite dal minisindaco riguardano i risultati di un incontro convocato il 24 ottobre scorso dalla Direzione Rifiuti, Risanamenti e Inquinamenti del Dipartimento Tutela Ambientale di Roma Capitale, con tutti gli Enti interessati.

I PROSSIMI INTERVENTI SULLE AREE INTERESSATE

Il presidente d’Innocenti ha riferito che “Per l’area privata coinvolta nell’incendio, la ditta specializzata individuata dalla proprietà, martedì 29 ottobre, inizierà l’indagine qualitativa e quantitativa dei rifiuti presenti con il campionamento e l’analisi degli stessi, oltre a verificare l’eventuale presenza di rifiuti interrati”. Operazioni queste necessarie per organizzare e mettere in atto la bonifica del sito. “Per l’area sotto sequestro – in capo al Comune di Roma Ndr – interessata da abbandono di rifiuti vari, abbiamo predisposto ed effettuato, questa settimana, un sopralluogo congiunto di AMA, Polizia Locale e Ufficio Tecnico municipale. Successivamente, è stata inoltrata una richiesta di intervento urgente al Dipartimento Tutela Ambientale”. Ultima zona presa in esame è un vicino sito di sversamento dove sono stati rinvenuti materiali contenenti fibre di amianto. In questo caso, seguita D’Innocenti, “si effettuerà nei prossimi giorni un’ispezione sul posto per dettagliare meglio la richiesta di rimozione”.

GLI ALTRI SITI DI SVERSAMENTO DEI RIFIUTI

In ogni caso i siti di abbandono dei rifiuti non si esauriscono con i luoghi fin qui elencati. Infatti i cittadini del ‘Coordinamento Bonifichiamo l’Agro Romano Meridionale’ ne hanno censiti e georeferenziati diverse decine in pochi chilometri. “Per quanto riguarda i siti di ulteriori abbandoni segnalati dai cittadini – ha infatti concluso il minisindaco ringraziandoli per le segnalazioni – la Polizia Locale sta accertando la proprietà dei luoghi, per poi procedere alla sanzione per abbandono di rifiuti”.

Leonardo Mancini