Home Municipi Municipio IX

Rotatorie Ardeatina: tra mobilità e cubature

SHARE
incrociotorricola

De Juliis: “L’Amministrazione non le considera opere prioritarie”

IL DESTINO DELLE ROTATORIE – L’opposizione municipale si scatena dopo la notizia del rinnovato interesse da parte di Roma Capitale sui progetti per la realizzazione delle rotatorie su via Ardeatina. Infatti nei prossimi giorni si potrebbe arrivare a superare l’inserimento delle rotatorie all’interno del Patto di Stabilità. Questa situazione, come abbiamo più volte ricordato, ha determinato il blocco di qualsiasi intervento sulle aree, nonostante le aree siano già state espropriate e i lavori siano stati addirittura appaltati il 28 ottobre scorso.

L’AFFONDO DELL’OPPOSIZIONE – “O le Rotatorie di Via Ardeatina vengono sbloccate subito o dovranno essere bloccate tutte le nuove licenze edilizie previste nel quadrante”, scrive in una nota il capogruppo di FI in Municipio IX, Massimiliano De Juliis. Che poi aggiunge in relazione alle decisioni del Presidente Santoro: “Questo Presidente ha già dato l’ok alla realizzazione di circa un milione di metri cubi, come lo stadio della Roma chiedendo poco o nulla per il territorio, ora basta”.

OPERE PRIORITARIE – Le rotatorie sono sicuramente un progetto molto atteso dai cittadini ma nonostante questo, secondo De Juliis, l’opera non era stata considerata prioritaria per l’amministrazione: “Dopo due anni di assoluto silenzio da parte del Presidente Santoro sulle rotatorie che, evidentemente, non sono state ritenute prioritarie per questa amministrazione, oggi si ricorda dell’esistenza di questo progetto e lo fa accusando in maniera ridicola la precedente amministrazione – aggiunge De Juliis – Ricordiamo che al momento in cui è terminato il nostro mandato l’iter era concluso ed era stata fatta anche la gara per l’assegnazione dei lavori mentre in 2 anni l’unica cosa fatta è la presa in possesso delle aree da parte del Comune”.

AD