Home Municipi Municipio IX

Scuola, Ardeatina: prosegue la protesta dei genitori della Formato

Striscioni contro l’abbandono e l’accorpamento dell’istituto scolastico

SHARE

ARDEATINA – Non si fermano le proteste del Comitati dei genitori della Scuola Formato di via Ardeatina. Lo scorso 24 maggio sono stati affissi alcuni striscioni sul cancello del plesso scolastico a poca distanza dal Santuario del Divino Amore, assieme ad un cartello davanti la sede del Municipio IX di via Silone. La protesta, come spiegano i genitori, serve per rendere nota la situazione di abbandono in cui versa questa struttura scolastica.

GLI INTERVENTI NECESSARI – “Il Comitato esprime grande preoccupazione perché la scuola attende da molto tempo i lavori di adeguamento antincendio e da oltre sei mesi lavori manutentivi con atrio picchettato e interdetto come il muro di ingresso, lavori richiesti con urgenza dai vigili del fuoco intervenuti su richiesta dei genitori”. È questa la situazione rilevata dal Comitato dei genitori, preoccupati soprattutto perché se gli interventi fin qui annunciati non prenderanno subito il via, la scuola potrebbe riaprire il prossimo anno con le stesse criticità di oggi. “Un muro di ingresso puntellato non è solo un pessimo biglietto da visita –affermano i genitori – ma anche una cosa brutta a vedersi per bambini e ragazzi che peraltro non possono fruire se non in parte dello spazio esterno”.

L’ACCORPAMENTO – Naturalmente la stabilità dell’edificio non è compromessa, e gli interventi non servono a rendere agibile la struttura. Nonostante questo però i genitori del Comitato hanno rilevato un preoccupante calo delle iscrizioni. “Questa situazione ha quindi portato all’accorpamento con l’I.C. di via Frignani a Spinaceto con ulteriori evidenti disagi per la nostra scuola”, dato che il limite minimo per cui una scuola non venga considerata sottodimensionata è di 600 studenti.

I LAVORI – Per quanto riguarda gli interventi manutentivi in un recente articolo apparso sul nostro giornale dal Municipio IX arrivavano alcune rassicurazioni. Nel marzo scorso a dare conto degli interventi da realizzare è stato l’Assessore municipale all’Urbanistica e ai Lavori Pubblici, Cristina Maiolati, che ha assicurato che i fondi per l’adeguamento antincendio e quelli della sistemazione del muro esterno e delle condotte fognarie erano già disponibili e messi a bando. Quelli relativi alle lesioni dell’atrio sarebbero stati invece richiesti nella prossima variazione di Bilancio. “I lavori di adeguamento antincendio – dichiarava – inizieranno in estate, salvo ritardi nell’aggiudicazione della gara d’appalto”.

LeMa