Home Municipi Municipio IX

Scuola elementare Eur: una storia paradigmatica

SHARE

Scuola di Via dell’Elettronica: dal 2009 nella stessa struttura convivono la scuola elementare, una scuola dell’infanzia e tre classi di scuola media del Torrino.

Federico Siracusa, Vicepresidente del Consiglio del Municipio XII, ci parla della difficoltosa situazione della scuola di via dell’Elettronica.

“Per molti giorni lo scandalo della scuola “senza mensa” di via dell’Elettronica è stato trattato da tutti gli organi di informazione: Il Messaggero, La Repubblica, Il Corriere della Sera, Il Tempo, Libero, etc… La scuola elementare di via dell’Elettronica dell’Eur è l’unica scuola pubblica del quartiere (le altre sono scuole private e gestite da religiosi). 
La scuola media non esiste più da quando alcuni anni fa la scuola media è stata espulsa dal quartiere: i locali della scuola sono stati trasformati in uffici, senza però trovare alcuna collocazione alternativa all’unica scuola media pubblica dell’Eur. Dal 2009 l’unica scuola dell’infanzia comunale dell’Eur non ha più a disposizione le aule per i laboratori ed il giardino è inagibile e pericoloso, costringendo i bambini a rimanere in classe otto ore di seguito senza poter uscire (ora dopo la protesta il giardino è stato parzialmente risistemato).
Nel 2006 il Municipio ha speso 50.000 euro per il giardino della scuola, ma evidentemente qualcosa non quadra… Inoltre la mia risoluzione del 22 dicembre 2009, che prevedeva la risistemazione del giardino, è stata completamente disattesa fino al blitz dei genitori della scuola dell’Eur che il 28 ottobre 2010 si sono recati in massa presso gli uffici dell’assessorato alla scuola del Comune di Roma. E come d’incanto i lavori di rifacimento del giardino della scuola dell’infanzia sono stati fatti. Per il giardino della scuola elementare c’è una promessa di intervento da parte del Presidente del Municipio. Staremo a vedere…
Un’altra lieta notizia: in concomitanza con la protesta in Assessorato, dopo anni di attesa, è stato finalmente nominato il coordinatore della scuola dell’infanzia. Prima del blitz le Istituzioni erano rimaste sorde alle richieste dei genitori della scuola, ma a scuola si continuano a fare i turni per la mensa”.

Ma qual’è stata l’origine di questo caos?

“La scuola è nata (cinquant’anni fa!) come scuola elementare ed è di proprietà dell’Eur Spa. Da numerosi anni al suo interno è anche presente la scuola dell’infanzia comunale. Lo scorso anno, un’intera sezione della scuola media Leonardo da Vinci di via della Grande Muraglia è stata trasferita dal Torrino a via dell’Elettronica, per la presenza di presunti abusi edilizi; infatti, negli anni precedenti, il Municipio aveva ricavato delle aule in più nella scuola media Leonardo da Vinci per sopperire alle esigenze di aule ed ora, a distanza di anni, lo stesso ufficio tecnico del Municipio XII (composto dalle stesse persone che avevano “chiuso un occhio” di fronte ai presunti abusi edilizi del passato) ha chiesto la chiusura di alcune aule della scuola del Torrino ed ha sfrattato i ragazzi della Leonardo da Vinci nell’elementare dell’Eur.
La decisione non era stata condivisa dai ragazzi e dai genitori della scuola che non volevano assolutamente andare a via dell’Elettronica.
Inoltre, incredibilmente, il sistema scelto per individuare quale sezione spostare è stato quello dell’estrazione a sorte. Il trasferimento è stato accompagnato da esposti dei genitori alla Asl, ai Vigili del fuoco, alla Procura della Repubblica.
L’arrivo delle medie nella scuola elementare di via dell’Elettronica ha comportato la chiusura di un’aula adibita a mensa e per mangiare i bambini sono stati costretti a fare i turni dalle ore 11.30 alle ore 14.45. Lo scandalo è esploso sui giornali con la chiusura della mensa, con i bambini costretti a mangiare panini per una settimana, fino alla rivolta dei genitori.
Questi sono gli effetti devastanti della scelta miope di trasferire le classi della scuola media di via della Grande Muraglia a via dell’Elettronica, sottraendo spazi alla mensa e determinando un sovraffollamento della struttura, peraltro ampiamente previsto (e da me denunciato un anno fa). In altre scuole del Municipio ci sono altre situazioni poco chiare, ma tollerate, mancano i certificati d’agibilità, antincendio, etc… ma il Municipio XII sembra non accorgersene. Basti pensare che ben quattro scuole dell’infanzia comunali non hanno avuto il riconoscimento della “Parità scolastica”, da parte del Ministero dell’Istruzione per la mancata presentazione del certificato d’agibilità, della certificazione antincendio, etc.

Ed allora perché il Municipio ha voluto trasferire con un atto d’imperio la scuola media in locali inidonei ad ospitarla? Le risposte potrebbero essere molte e la fantasia galoppa, ma l’unica cosa certa è che la scuola dell’obbligo pubblica del quartiere Eur non sembra stare a cuore ai nostri politici… Il problema della scuola media Eur si risolve solo trovando strutture idonee ad ospitarla e non ammassando la scuola dell’infanzia, l’elementare e le medie in una unica struttura scolastica”.