Home Municipi Municipio IX

Sempre più critico lo stato di via Ardeatina

SHARE
ardeatina2013

Dopo le piogge degli ultimi giorni si fanno sempre più urgenti i lavori di sistemazione dell’importante arteria

 

LA SITUAZIONE – Negli ultimi mesi abbiamo spesso parlato di via Ardeatina, per le vicende le gate alla discarica di Falcognana e alla mobilità, con particolare attenzione al divieto di transito dei TIR: “L’unica nota positiva – spiega il Vice Presidente del Consiglio del Municipio IX, Massimiliano De Juliis – è che i controlli per far rispettare il divieto di transito ai mezzi pesanti è iniziato, per il resto la situazione di abbandono è sotto gli occhi di tutti”.

IL MANTO STRADALE – In molti tratti il manto stradale versa, ormai da mesi, in condizioni critiche: “Non contiamo più le richieste fatte alla Provincia di Roma – che ha in carico l’arteria – affinché effettui interventi urgenti al fine di ripristinare il manto stradale almeno nei tratti peggiori ed in particolare il tratto dal GRA a Santa Palomba della via Ardeatina – seguita De Juliis – La strada è ormai una mulattiera e incidenti e cerchioni rotti sono all’ordine del giorno raggiungendo un livello di pericolosità tale che in mancanza di un immediato intervento dovrà essere chiusa al traffico”.

IL CONFRONTO FOTOGRAFICO – Non è la prima volta che il gruppo municipale del PdL si interessa ai lavori di ripristino del manto stradale in carico alla Provincia di Roma. Nei mesi scorsi sono state scattate molte fotografie dello ‘stato dell’arte’: “Abbiamo confrontato le immagini di 6 mesi fa con quelle di oggi e da allora nulla è cambiato – spiega il Consigliere – Al km 18 nei pressi di via di Villaricca, dove vi sono stati gravi incidenti, il semaforo promesso dalla Provincia ancora non arriva e i cantieri delle rotatorie sono abbandonati da circa 9 mesi, con la rotatoria su via di Porta Medaglia – in prossimità della discarica di Fluff Car della Falcognana – quasi terminata e che si sta trasformando in una discarica”.

LE ROTATORIE – Le brutte notizie non finiscono mai, infatti, due delle quattro rotatorie extra GRA già appaltate sembrano cancellate, in particolare quelle con le intersezioni con via della Falcognana e via di Santa Fumia. “A questo aggiungiamo la scarsissima manutenzione dei marciapiedi, dove presenti, delle caditoie per la raccolta delle acque piovane, l’illuminazione pubblica spenta in alcuni tratti e il verde che cresce al bordo strada che in taluni casi riduce notevolmente la visibilità. Le segnalazioni dei cittadini su questa importante e pericolosa arteria diventano – conclude De Juliis – giustamente sempre più insistenti e con le nuove piogge le problematiche si sono fortemente accentuate”.

Simone Dell’Unto