Home Municipi Municipio IX

Sicurezza Municipio IX: riunioni e incontri per mettere mano al problema

SHARE
furto-in-casarepertori

Tante le segnalazioni di furti, rapine e intrusioni domestiche, aumenta la preoccupazione dei cittadini

LA SICUREZZA – Continua ad essere caldo il tema sicurezza nel Municipio IX. Dalla recente serie di rapine in zona Fonte Meravigliosa e Prato Smeraldo, fino alla paura, oramai cronica, dei furti in casa in tutto l’arco periferico del municipio. Molti cittadini hanno cercato delle soluzioni alternative al semplice barricarsi in casa dietro centimetri di vetro anti-sfondamento e reticolati di ferro. In primis l’esperimento, oramai divenuto virale in queste zone, del Controllo del Vicinato. Un ‘vecchio nuovo modo’ di concepire il vicinato in direzione della riscoperta del senso civico. Ma ora anche dal Municipio sembra esserci un rinnovato interesse sui temi della sicurezza. 

L’INTERESSE DI MUNICIPIO E COMUNE – A dare nota di una riunione del Gruppo operativo interistituzionale è il Presidente Santoro: “C’è un aumento della domanda di sicurezza nel Municipio IX che tutte le istituzioni preposte non possono più ignorare. I cittadini dell’Eur, di Fonte Laurentina, Papillo, dell’Ardeatina, del Torrino sono preoccupati per i furti, le auto date alle fiamme e gli altri episodi che si sono verificati negli ultimi mesi. Per questo ho scritto al vicecapo di gabinetto del Sindaco Marino che ha dimostrato sensibilità e ha richiesto al Prefetto di affrontare la questione della sicurezza nel IX municipio in un’apposita riunione del Gruppo operativo interistituzionale”. 

LA SINERGIA CON LA POLIZIA LOCALE – Il primo incontro organizzato dal Presidente Santoro è stato con il nuovo dirigente del Commissariato Eur-Esposizione, il dottor Francesco Zerilli: “Si è dimostrato straordinariamente disponibile ad intensificare gli sforzi di coordinamento per garantire interventi di controllo più stringenti – racconta Santoro in una nota – Inoltre, abbiamo concertato di avviare una migliore sinergia con il nono gruppo di Polizia locale in modo da aumentare l’incisività della vigilanza”.

LE POLITICHE SOCIALI – Prossimo incontro, in calendario per oggi, sarà con l’assessore alle Politiche Sociali di Roma Capitale, Francesca Danese: “Faremo il punto anche sulle roulotte che stanziano all’Eur e sulla presenza dei troppi insediamenti abusivi che contribuiscono ad aumentare la percezione dell’insicurezza – conclude Santoro – Auspico che il Prefetto Pecoraro convochi al più presto il Gruppo operativo interistituzionale per individuare in quella sede le migliori soluzioni e rispondere così alle istanze di sicurezza dei cittadini”. 

I RITARDI NELLO ZONING – Non mancano però altri problemi che si legano, seppur collateralmente, alla percezione della sicurezza della cittadinanza. In molti nel pentagono dell’Eur aspettavano l’inizio del 2015 per festeggiare dei provvedimenti per la la riduzione della prostituzione sui viali dell’Eur. Purtroppo i tempi strettissimi annunciati dal Presidente Santoro, che avrebbe voluto presentare al Sindaco il progetto sullo Zoning entro la fine del 2014, non sono stati rispettati. “Abbiamo atteso, atteso, atteso – ci scrive l’Associazione Ripartiamo dall’Eur – Ma nessuna notizia dello zoning. Riparte la battaglia al municipio ed al comune e questa volta pesantemente. Ricordo che la prostituzione è vivissima soprattutto in una zona dove dal 1994 insiste un divieto di transito ai non residenti ma forze politiche e forze dell’ordine non se ne interessano minimamente – aggiunge il presidente dell’Associazione, Paolo Lampariello – Non è più accettabile questa situazione, concordavo sulla zoning perché era comunque un punto di inizio ma non è accettabile tutta questa perdita di tempo per avere un minimo di civiltà e rispetto in primis delle nostre cittadine donne che subiscono costantemente continue provocazioni in mezzo alla strada”. Sul tema è intervenuto anche il presidente Santoro che, in una recente intervista all’agenzia DIRE afferma: “Il possibile quartiere a luci rosse all’interno del IX Municipio? L’Eur già oggi è un quartiere a luci rosse con quasi il 50% delle strade che sono interessate da questo fenomeno. Noi vogliamo ridurre il fenomeno e andare avanti con il progetto. Abbiamo fatto un lavoro di ricognizione delle aree e dei costi. Stiamo individuando le risorse. Continueremo a lavorarci – aggiunge – Giovedì (oggi Ndr) abbiamo un incontro con l’assessore alle Politiche sociali, Francesca Danese, su questo progetto. Non ci sono alternative, bisogna smetterla con i finti o veri moralismi per prendere di petto il problema”.

Leonardo Mancini