Home Municipi Municipio IX

SITUAZIONE SCUOLE MUNICIPIO XII: INTERVIENE L’ASSESSORE GESUALDI

SHARE

In riferimento all’articolo pubblicato su Urlo di giugno, che denunciava la carenza di strutture scolastiche sul territorio, l’Assessore chiarisce la situazione. 
L’articolo in questione riportava le dichiarazioni del consigliere municipale Siracusa (PD) che denunciava,  con il supporto di diversi dati e numeri in suo possesso, la grave carenza di strutture scolastiche (asili nido e scuole per l’infanzia), soprattutto nel quartiere Torrino, ed il conseguente problema di domande di iscrizione respinte e centinaia di bambini in lista d’attesa. 

L’Assessore alle Politiche Educative e Scolastiche del Municipio XII, Gemma Gesualdi, ci dice come “i problemi sollevati dal consigliere Siracusa sono molti e, purtroppo, legati ad una passata gestione che troppo spesso ha trasformato molti edifici scolastici, assegnandoli ad altra destinazione. Per esempio la ex materna e asilo nido di via De Grenet, con Delibera Comunale, assegnata ad un Progetto di autorecupero per fini residenziali, o ancora via di Decima trasformata in Sede dell’Ufficio Condono Edilizio, sempre con Delibera Comunale. Anche via Lipparini, -continua la Gesualdi- ex Asilo Nido, con una Risoluzione Circoscrizionale del 1997, è stata assegnata ad una Associazione e in parte, nonostante numerose azioni di contrasto, è tuttora occupata abusivamente da nuclei familiari”. Quindi pare che il problema riguardi soprattutto il cambio di destinazione d’uso di edifici che inizialmente erano adibiti a fini scolastici e che ora sono trasformati in uffici comunali o sedi di associazioni. “Mi trovo solo ora –afferma l’Assessore Gesualdi- a rispondere a un dettagliato ‘dossier’ sulla situazione scolastica del Municipio così come illustrato dalle vostra pagine nel mese scorso, ma non ho mai partecipato ad un confronto, cui si faceva riferimento nell’articolo, con il consigliere Siracusa su questo punto. Chi mi conosce sa quanto sono sempre in prima linea e con l’attuale  governo municipale ci si sta attivando per rispondere alle esigenze dell’utenza, in risposta agli annosi problemi che si riferiscono alle scuole del nostro Municipio”.  E per ciò che riguarda il nuovo quartiere Mezzocamino? A che punto è la realizzazione delle nuove strutture? “Si è pensato con molta attenzione alla pianificazione di strutture scolastiche tanto che proprio in questi giorni è prevista la presa in consegna di una scuola materna che aprirà molto presto e che sono in costruzione ben altri 7 edifici scolastici che sono stati pensati per dare la più razionale e moderna  risposta ai 15.000 abitanti di questo nostro nuovo quartiere e ai tanti bambini che popoleranno le scuole. Vorrei informare le giovani coppie che vivono nei nostri quartieri che, anche se esistono reali difficoltà, i numeri delle liste d’attesa stanno gradatamente diminuendo”.
Intanto sono state chiuse alcune aule della scuola media Leonardo da Vinci (in via della Grande Muraglia). Siracusa contesta duramente la scelta, in quanto sostiene che non siano stati eseguiti adeguatamente tutti i passi necessari al fine di verificare la possibilità di prevedere una eventuale deroga che avrebbe potuto regolarizzare gli abusi edilizi, al fine di non penalizzare i ragazzi del Torrino, che verrebbero trasferiti, contro la loro volontà, all’interno della scuola dell’infanzia ed elementare dell’Eur (in via dell’Elettronica). I genitori di entrambe le scuole sembra che abbiano fatto sentire con forza il loro dissenso rispetto a queste decisioni, raccogliendo centinaia di firme. Ma ad oggi non sono stati ancora ascoltati. “Questo avvenimento si colloca in un contesto già aggravato e preoccupante”, continua Siracusa, “in quanto mancano le scuole di ogni ordine e grado”. L’Assessore Gesualdi replica facendo notare che “la normativa vigente non consente assolutamente di regolarizzare gli ‘eventuali’ abusi edilizi riscontrati all’interno del complesso, e quindi, solo oggi dopo vari precedenti  tentativi, si è riusciti a trovare una soluzione ragionevole che possa garantire la sicurezza degli alunni, trasferendo 3 aule presso la sede distaccata di viale dell’Elettronica all’interno di scuole dell’infanzia ed elementare”.

 

 

Emanuela Maisto