Home Municipi Municipio IX

Via Laurentina: i lavori infiniti mettono a rischio gli automobilisti

SHARE

In una nota stampa dei giorni scorsi il Capogruppo Pdl al Municipio XII, Massimiliano De Iuliis, ha voluto riportare l’attenzione nei confronti dei ritardi nei lavori per il raddoppio del tratto extra-gra della via Laurentina.
De Iuliis chiede al Presidente della Provicia Zingaretti, e all’Assessore alle Politiche della Viabilità e dei Lavori Pubblici, Marco Vincenzi, se “si aspetti l’incidente mortale per intervenire”.

Dei lavori di raddoppio della carreggiata, che durano da più di tre anni, sono il tema della provocazione fatta da De Iuliis: “I lavori per il raddoppio della Via Laurentina fino a poco tempo fa procedevano a passo di lumaca ora, invece, sono inspiegabilmente e completamente fermi da oltre un mese!”. Questi lavori sarebbero dovuti terminare nel novembre del 2010 ma, come sempre più spesso accade, hanno subito una proroga al mese novembre 2011. Purtroppo è passato un anno dalla proroga e ancora non si vede la fine degli interventi. “I disagi di questi ritardi – spiega De Iuliis – vengono subiti ogni giorno dai nostri concittadini che abitano nel quadrante sud della città e che percorrono tutti i giorni questa pericolosissima arteria”. Nonostante i solleciti fatti dal Municipio XII alla Provincia di Roma, non c’è stata ancora alcuna comunicazione riguardo il termine dei lavori mentre la strada è nel completo abbandono, i lavori sono fermi, senza alcuna illuminazione né segnaletica. Nemmeno la segnaletica orizzontale, le strisce gialle che indicano tratti con lavori in corso, è più presente. In alcuni tratti, racconta De Iuliis: “Gli automobilisti sono costretti a rallentare terribilmente, si rischiano continuamente incidenti dato che non si riesce nemmeno più a capire quale sia il senso di marcia delle corsie”. Numerose negli ultimi giorni anche le segnalazioni al XII° Gruppo di Polizia Municipale, purtroppo impotenti di fronte l’assenza di segnaletica. “Credo che in assenza di una ripresa immediata dei lavori e di un intervento sulla medesima segnaletica potrebbe accadere il peggio – conclude De Iuliis – l’assenza dell’amministrazione provinciale in questo quadrante della città è talmente evidente che ha dell’incredibile e non è escluso che, nei prossimi giorni, i cittadini si mobilitino”.

Leonardo Mancini