Home Municipi Municipio IX

Vigna Murata: l’erba alta mette a rischio la sicurezza stradale

Spartitraffico e marciapiedi invasi dall’erba alta, visibilità ridotta per automobilisti e pedoni

SHARE

Torniamo sulla situazione di Vigna Murata a seguito delle segnalazioni ricevute a lettori@urloweb.com

ROMA – Le temperature si sono alzate e la pioggia è tornata a battere sulla Capitale. Un mix di fattori che ha portato l’esplosione della primavera nelle aree verdi. Erba alta e incolta viene segnalata in tutta la città, ma i problemi maggiori si hanno sul verde residuale. Gli spartitraffico vengono invasi dall’erba alta e i marciapiedi diventano impraticabili.

VIGNA MURATA – È questa la situazione che da alcune settimane si verifica su via di Vigna Murata, arteria di collegamento tra via Ardeatina e via Laurentina al confine tra i Municipi VIII e IX. Su questa strada l’erba alta negli spartitraffico sta mettendo a serio rischio la sicurezza stradale.

GLI ULTIMI INTERVENTI – In questi ultimi giorni ci sono stati dei piccoli interventi sulle situazioni più critiche, ma senza una pulizia approfondita tra poche settimane l’area tornerà ad essere pericolosa. “Si aspetta solo l’incidente su una strada ad alto scorrimento come Vigna Murata è un’indecenza tenere gli spartitraffico in queste condizioni – ha commentato la Presidente del CdQ Vigna Murata, Carla Canale in un post su Facebook – Dal semaforo di via Gradi all’incrocio con Colle di Mezzo ci sono rami caduti dalla neve tutti buttati su spartitraffico e marciapiedi da mesi”.

 

SICUREZZA STRADALE – Le difficoltà nella circolazione ci sono state segnalate da diversi cittadini, in particolare, scrive M.A.: “Non è possibile utilizzare gli svincoli per l’inversione di marcia senza sporgersi completamente, rischiando l’incidente con le autovetture che sfrecciano sulla corsia di sorpasso”. Difficoltà anche sul fronte dei pedoni, costretti a sporgersi dai marciapiedi per segnalare la loro presenza, anche in corrispondenza delle strisce pedonali.

LeMa

Continuate ad inviarci le vostre segnalazioni a lettori@urloweb.com