Home Municipi Municipio IX

Vincolo sui parchi dell’Eur

SHARE

Grazie all’interesse di Matilde Spadaro viene preservato il progetto di Raffaele De Vico.
Il Ministero per i Beni Culturali e le Attività Culturali decreta che “il complesso di aree verdi denominato “Parchi dell’E.U.R.” sito in Roma, meglio individuato nelle premesse e descritto negli allegati, di interesse storico artistico ai sensi dell’art. 10, comma 1, del D.Lgs.vo 22 gennaio 2004, n. 42 e conseguentemente sottoposto a tutte le disposizioni di tutela contenute nel predetto Decreto Legislativo”.
Il complesso delle aree verdi dell’Eur è costituito da: il Parco del Turismo, il Parco del Ninfeo, il Bosco degli Eucalipti, il Parco del Lago, il Teatro all’aperto e il Parco delle Cascate.
Il 9 aprile del 2008 è stata approvata dal commissario straordinario, con la delibera 72/2008, la variante esecutiva al PRG che prevede la possibilità di destinare tali aree a diverse attività (tra le quali ristoranti, bar e attività commerciali) per un totale di 13000 metri cubi. Il vincolo implica che non sarà più possibile intervenire sulle aree verdi dell’Eur senza il parere della Soprintendenza.
“È di fondamentale importanza che sia stato emesso un vincolo proprio relativamente alle aree verdi e ai parchi dell’Eur – è quanto afferma Matilde Spadaro, Capogruppo della Sinistra Arcobaleno al Municipio XII – E sono ancora più contenta proprio per il fatto che l’incipit sia stato quello della sottoscritta. Ringrazio in modo particolare la Soprintendenza per i Beni Architettonici e per il Paesaggio che si è espressa predisponendo con il vincolo un’azione di forte tutela dell’intero sistema dei parchi e dei giardini dell’Eur ai sensi del D.Lgs. 42/2004. Il complesso dei parchi e dei giardini dell’Eur è uno dei più nobili esempi di pianificazione del verde nella Roma del secolo appena passato. Il progetto di Raffaele De Vico, l’ideatore di tanta magnificenza, non può essere lasciato all’abbandono di un banale uso commerciale. Si tratta infatti dell’ultimo progetto di paesaggio di respiro della città, in base al quale anche lo stesso quartiere Eur ha preso forma. Per questo motivo chiedo al Sindaco di Roma l’annullamento della delibera del commissario straordinario 72/08 e la moratoria su tutti i progetti in essere, esecutivi e deliberati nonché in fase istruttoria, per porre una prima significativa impronta volta alla tutela ed alla salvaguardia di tale importante patrimonio artistico e culturale sulla scorta del provvedimento della Soprintendenza”.
Questo il commento di Maria Cristina Lattanzi, Comitato Salute e Ambiente Eur: “Questo vincolo segna una tappa importante al fine di realizzare un’opera di rispetto architettonico del grande patrimonio storico dell’Eur. Noi siamo della scuola di Italia Nostra e di Antonio Cederna il quale contro la distruzione della città scrisse il libro “I vandali in casa” evidenziando che il territorio della città non deve essere spremuto al pari di una risorsa dalla quale ricavare quanto più reddito possibile. Il fatto che ci interessa è proprio sottolineare la necessità, recepita dalla Soprintendenza, di tutelare tutto il bello esistente, la nostra storia ed il patrimonio culturale rappresentato dal quartiere Eur e dai suoi bellissimi parchi”.

Andrea Falaschi