Home Municipi Municipio VIII

Municipio VIII: grande attesa per il Consiglio sulla ‘tenuta della maggioranza’

Si aspettano le risposte sulla crisi, sulle dimissioni degli assessori e sulla sfiducia al Presidente

SHARE
municipio 8 4

LA TEMPESTA PERFETTA – Con la dimissione dell’assessora alla Scuola e Politiche Culturali, e dell’assessore all’Urbanistica, in Municipio VIII resta altissima l’attesa per il consiglio municipale di domani mattina. Una riunione che per la congiuntura politica e gli atti in discussione ha tutta l’aria di essere la tempesta perfetta. Si parte con ben quattro interrogazioni indirizzate al Presidente e a vari membri della Giunta secondo competenza. Si va dal bando sulle ludoteche, fino al ripristino del Fosso delle Tre Fontane, passando per il bando sui mercatini natalizi e alla richiesta di informazioni sulla crisi della maggioranza. Lo scontro si preannuncia durissimo anche in relazione agli atti da votare. In primis l’atto sull’I-60 e la difesa del Fosso delle Tre Fontane, presentato originariamente da Sinistra per Catarci prima di essere condiviso e modificato da una parte dei consiglieri 5 Stelle. L’atto in questione dopo un primo parere negativo della Giunta è tornato in commissione Urbanistica, dove dopo numerose modifiche non è riuscito ad incassare il parere favorevole dei commissari (spaccando la stessa maggioranza). Il secondo atto riguarda i ‘Lavori di sistemazione Tenuta di Tor Marancia’, un testo del Pd in attesa da tempo che nelle scorse settimane era stato oggetto di scontro per la richiesta di ritorno in commissione avanzata dal M5S. 

DALLA LISTA MARCHINI – In queste ore anche gli esponenti della Lista Marchini, che ricordiamo non aver eletto nessun consigliere in Municipio VIII, hanno voluto rendere nota la loro posizione su quanto avvenuto all’interno della maggioranza penta-stellata. Sono il Coordinatore del Municipio VIII Gianmarco Vocalelli e i due referenti politico e territoriale, Paolo Colombini e Francesca Russo, ad intervenire: “Uno dei punti cardini del Programma dei 5 Stelle è la legalità ed al grido della stessa l’attuale Giunta Municipale grillina sta rimettendo in discussione la difesa del Fosso delle Tre Fontane e la loro “populistica” propaganda elettorale che aveva assicurato di fermare i cantieri – spiegano – Anzi l’Assessore che stava portando avanti la difesa di quel territorio è stato fatto dimettere”. Sull’importanza del Consiglio Municipale di domani i tre esponenti della Lista Marchini aggiungono: “Auspichiamo che il Presidente Paolo Pace si presenti in Consiglio con le idee chiare circa il futuro del municipio per spiegare le sue scelte e le motivazioni per cui ieri si è arrivati alle dimissioni dell’Assessore all’Urbanistica e dell’Assessora alla Cultura – seguitano – e visto l’emergere di uno scollamento preoccupante fra Consiglieri della maggioranza e la Giunta, ci chiediamo a questo punto quanti dei Consiglieri siano disposti ancora a fare parte di quest’Amministrazione Municipale, visto che le loro posizioni sembrano a questo essere molto lontane da quelle della Presidenza”.

COME ANDRÀ AVANTI IL MUNICIPIO – È questa la domanda che la capogruppo del Pd, Anna Rita Marocchi, si pone senza mezzi termini. E la risposta potrebbe arrivare proprio nella mattinata di domani durante il Consiglio: “È importante la partecipazione dei cittadini e delle cittadine per comprendere quali saranno le risposte dell’Amministrazione Pace sul governo del Municipio: dopo il licenziamento di due Assessori come andrà avanti il M5S nel nostro Municipio? Domani chiederemo conto anche dei servizi pubblici “chiusi” alle famiglie: spazi pubblici non idonei per svolgere i servizi delle ludoteche ma gli stessi idonei ed aperti per offrire servizi gestiti da privati. La grande confusione è ormai dilagante”.

Leonardo Mancini

SHARE