Home Municipi Municipio VIII

8 settembre 1943: da Porta San Paolo alla Montagnola passando per i ‘resistenti’ della Garbatella

SHARE
sg113

Tutte le manifestazioni e gli appuntamenti del 71° anniversario dell’armistizio

L’8 SETTEMBRE 1943 – Questa mattina nell’ambito della ricorrenza del 71° anniversario dell’armistizio dell’8 settembre 1943, è stata deposta una corona d’alloro da parte del presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, del ministro della Difesa, Roberta Pinotti, del sindaco di Roma, Ignazio Marino, del vicepresidente della Regione Lazio, Massimiliano Smeriglio e di decine di rappresentanti delle associazioni combattenti e partigiane, a partire dall’Anpi. Il luogo come ogni anno è Porta San Paolo, dove i cittadini romani, molti partigiani e alcuni militari si opposero alla barbarie nazista. “Resistenza e Liberazione – ha spiegato il Sindaco Marino come riporta l’Agenzia Dire – Due parole, ma soprattutto due moti dell’anima. Entrambe legate a una presenza, quella dei nazisti nel nostro Paese. Molte furono le vite sacrificate per la riconquista di una normalità democratica tanto desiderata. Oggi abbiamo il dovere di ricordare queste vite. Il valore dell’antifascismo fu il vero slancio per superare quel momento così drammatico- ha aggiunto Marino- Oggi abbiamo il dovere di ricordare queste vite qui a parco della Resistenza dell’8 settembre, consacrato agli 87mila militari italiani caduti nella guerra di Liberazione, agli 80mila che combatterono nelle formazioni partigiane, ai 590mila militari internati che si rifiutarono di collaborare con le truppe nazifasciste”. Il vice Presidente Smeriglio, legato a questo territorio anche per i suoi trascorsi politici, ha aggiunto: “Le istituzioni hanno il dovere di continuare a ricordare quei fatti: il passaggio generazionale deve trovare le istituzioni protagoniste insieme alle scuole e ai docenti. È necessario raccontate cosa è successo in questa città solo 71 anni fa. Dobbiamo dunque continuare il lavoro sulla memoria ma senza retorica, perché qui, con la lotta antifascista, è nata la Repubblica”.

LA RESISTENZA A GARBATELLA – Non c’è solo il ricorso ‘Istituzionale’ in questa importante giornata. Per la Garbatella, altro ‘quadrante di lotta’, l’appuntamento è per questo pomeriggio alle 18.00 in piazza Ricoldo da Montecroce, con una passeggiata nella resistenza guidata dall’Associazione il Tempo Ritrovato e dalla sua Presidente, quella Fata Gabatella che risponde anche al nome di Mirella Arcidiacono: “Faremo una passeggiata nella storia dell’8 settembre del 1943 e visiteremo alcuni lotti che ricordano con alcune targhe persone rimaste vittime per la libertà”. Una passeggiata tra i lotti della Garbatella ed il racconto della storia di Iole Zedde, giovanissima vittima della barbarie nazifascista. L’idea dell’Associazione è quella di sensibilizzare i residenti nei confronti della storia e delle opere d’arte che il territorio racchiude: “AAA cercasi creative e creativi per salvare il simbolo dello storico quartiere – aggiunge la Presidente Arcidiacono – Salviamo Carlotta, salviamo la scalinata, salviamo la nostra storia con l’arte. Tutto questo per promuovere eventi d’arte e per primo quello di una pulizia civica della scalinata a simbolo di una pulizia da estendere in altre scalinate e luoghi stimolando le istituzioni ad intervenire e collaborare con coloro che s’impegnano da molto tempo per Amore del quartiere”. 

LA BATTAGLIA DELLA MONTAGNOLA – Altro appuntamento è per mercoledì 10 settembre con il 71° anniversario della Battaglia della Montagnola. “La battaglia della Montagnola si svolse la mattina del 10 settembre 1943 e vide impegnati, da parte italiana, i Granatieri del primo reggimento e centinaia di abitanti della zona Laurentina e Ostiense – spiega una nota del Municipio VIII in relazione alla commemorazione – Alla fine della battaglia i caduti italiano furono 59, undici civili e 48 militari. I loro nomi sono scolpiti in marmo nel sacrario della chiesa della Montagnola ai lati del Cristo bronzeo che il Comune di Roma ha donato alla cripta. Sulla piazza antistante una colonna di epoca imperiale ricorda l’epica battaglia a testimonianza della memoria riconoscente dei romani agli eroi di quella grande giornata”. Una riconoscenza che la Presidenza e l’Assessorato alle Politiche Culturali e alla Memoria del Municipio Roma VIII, dimostrano organizzando la commemorazione presso il giardino di Piazza Caduti della Montagnola. La manifestazione inizia alle ore 15 presso il Centro Sociale Anziani “Casale Ceribelli” in via Pico della Mirandola 48, con l’inaugurazione della mostra degli studenti dell’IISS Caravaggio sul tema della Resistenza Romana dal titolo “70 anni per 70 opere” (visitabile fino al 14 settembre). Dopo l’inaugurazione un corteo muoverà dal Centro Anziani in direzione di Piazza dei Caduti della Montagnola dove, alle 16, si svolgerà la commemorazione con interventi musicali della Banda Musicale della Marina Militare e la benedizione dei caduti. La giornata si concluderà poi in via Luigi Perna 3 presso la Chiesa di Gesù Buon Pastore con l’incontro dal titolo ‘Le donne e gli uomini che difesero Roma’, cui interverranno il Parroco don Dino Mulassano, l’Assessore alla Cultura del Municipio Roma VIII Claudio Marotta, il Capo dell’Archivio Storico dello SME Colonnello Antonino Zarcone, il consulente per la Memoria Storica del Municipio Roma VIIIErnesto Nassi e lo scrittore Antonio Cipolloni

Leonardo Mancini

Foto indire.it