Home Municipi Municipio VIII

Alla Montagnola nasce il ‘Centro Commerciale Naturale’

SHARE
vivimontagnolalogo

La rete dei commercianti punta al rilancio del territorio con un progetto ideato da ¡ViviMontagnola! e coordinato dal Municipio

Tratto da Urlo n.127 luglio 2015

MONTAGNOLA – Un quartiere vivo, frequentato e con una grande offerta commerciale e culturale è un luogo dove sicuramente è bello vivere. Ma quando l’attivismo, la pubblicità e il passaparola non basta, allora è il momento di rivolgersi anche ad altro. L’iniziativa messa in campo nel quartiere Montagnola è sicuramente da tenere d’occhio. Un esperimento non solo commerciale ma soprattutto sociale, che vede coinvolte le realtà dell’attivismo, i comitati di quartiere e i commercianti della zona. Da qualche mese infatti è nato un gruppo Facebook chiamato ¡ViviMontagnola!, con la volontà, chiaramente espressa nelle informazioni del gruppo, di far rivivere decorosamente e commercialmente il quartiere. Il sistema è semplice, un vero e proprio passaparola 2.0 innescato dai commercianti della zona che postano sul gruppo i loro prodotti e le offerte che via via decidono di proporre. Un’iniziativa che, come ci spiegano gli organizzatori, ha già iniziato a dare i suoi frutti: “Stiamo facendo un grande lavoro di contatto con i commercianti e di pubblicizzazione tra i cittadini – ci dicono – creare una rete permette di migliorare la conoscenza dell’offerta del territorio, dando più possibilità ai piccoli commercianti, soprattutto in un momento di forte crisi economica come quello che stiamo vivendo”. L’idea è proprio quella di evitare che tante piccole realtà siano costrette a chiudere i battenti, lasciando in questo modo ai residenti un quartiere senza alcun tipo di attività commerciale. 

Ma dove non arriva il web provano ad arrivarci gli stessi commercianti, stimolati e riuniti dagli organizzatori di ¡ViviMontagnola!: “Stavamo cercando di trasportare questa realtà in delle iniziative sul territorio che fossero realmente efficaci – ci spiegano – Così abbiamo organizzato una riunione informale con i commercianti che ci hanno dato la loro disponibilità a costruire insieme un progetto”. Partner in questa iniziativa è anche il Municipio VIII, con l’Assessorato al Commercio che si è immediatamente reso disponibile a partecipare alla progettazione. “L’obiettivo che ci siamo dati – seguitano gli organizzatori – è quello di creare una sorta di ‘Centro Commerciale Naturale’, cioè mettere in relazione i commercianti della zona per costruire degli eventi e delle iniziative comuni”. L’interesse manifestato dal Municipio è soprattutto legato alla possibilità che questo tipo di iniziative non siano interventi spot, ma che si riesca a raggiungere una programmazione partecipata: “Ho cercato di portare avanti le istanze che vengono dai cittadini, dai comitati e dai singoli commercianti – ci spiega l’Assessora al Commercio e Vicepresidente del Municipio VIII, Anna Rita Marocchi – Oltre alle difficoltà legate alla crisi, il territorio non è a volte ben presidiato nemmeno dal punto di vista delle iniziative culturali. La logica, dietro una iniziativa come quella del ‘Centro Commerciale Naturale’, è avere l’appoggio dei commercianti per costruire un progetto stabile – aggiunge l’Assessora – Un anno di programmazione che vada nella direzione di animare il territorio con una proposta culturale che coinvolga gli esercenti partendo dalla progettazione. In questo modo una manifestazione non viene subita, ma viene fatta nascere e crescere tutti insieme”. Al momento l’iniziativa è in fase di costruzione, le realtà commerciali che hanno aderito di buon grado sono più di 30 e continuano ad aumentare. “Tutti coloro che intendono partecipare alla progettazione possono firmare il protocollo stilato con il Municipio – chiariscono gli organizzatori – e aiutare con le proprie idee alle riunioni mensili per la creazione delle iniziative da programmare nei prossimi mesi”. Un modo nuovo, questo, di prendersi cura della propria zona: “Si fa rivivere il quartiere e allo stesso tempo i commercianti riescono a farsi conoscere – seguita Marocchi – Si creano eventi fissi nell’anno con iniziative che animino le strade e che permettano la conoscenza del tessuto commerciale”. Senza dimenticare l’attenzione a quanto circonda le attività commerciali: “Si punta anche ad invitarli a prendersi cura degli spazi di prossimità, come il marciapiede davanti al negozio, magari con l’adozione di piccoli spazi pubblici che l’amministrazione fa fatica a manutenere. Andremo a calare dei microprogetti di valorizzazione degli spazi – sottolinea l’Assessora – Con i commercianti che diverranno sponsor di loro stessi. Noi manterremo un ruolo di coordinamento del progetto, con l’unico vantaggio di far riacquisire gli spazi ai cittadini”. Il primo vero appuntamento con il costituendo ‘Centro Commerciale Naturale’ potrebbe essere programmato già per il prossimo Natale: “Ci sono molte idee soprattutto per l’illuminazione e per degli eventi legati alle festività natalizie. Si è parlato di gruppi musicali itineranti, di mostre di macchine d’epoca e di altre iniziative culturali”. Continueremo a seguire questo interessante esperimento, che in molti, ci fanno sapere gli organizzatori, stanno già guardando con interesse anche da altri territori.

Leonardo Mancini