Home Municipi Municipio VIII

Ancora topi nella Scuola Ranocchio Scarabocchio di Roma 70

A meno di venti giorni dalla derattizzazione nuove tracce dei roditori in un’aula

SHARE

ROMA 70 – Ancora topi alla scuola dell’Infanzia Ranocchio Scarabocchio a Roma 70. L’istituto di via Erminio Spalla era già stata chiuso per circa una settimana una ventina di giorni fa, per permettere una derattizzazione. L’intervento si era reso necessario dopo il rinvenimento da parte delle insegnanti di alcuni escrementi di roditore. Oggi una sezione è stata spostata all’interno della biblioteca dopo la scoperta di nuove tracce dei roditori.

INTERVENTO INSUFFICIENTE? – C’è da chiedersi in che modo questa derattizzazione è stata effettuata, e se tutte le misure per evitare il ritorno dei topi in tempi così brevi siano effettivamente state prese. Domande che vengono poste anche dal consigliere comunale di Fi, Davide Bordoni e dal vice coordinatore romano Simone Foglio: “Qual ditta ha effettuato il lavoro? In che modo è stata fatta la derattizzazione? È evidente che è stato svolto con enorme superficialità e approssimazione visto che i topi non se ne sono mai andati né dai locali interni della scuola né da quelli esterni, ovvero dal giardino che al momento è abbandonato senza manutenzione”.

IL GIARDINO – Con il giardino non manutenuto da tempo è facile che i roditori possano arrivare fino alle aule della scuola: “I genitori hanno chiesto di provvedere almeno al taglio dell’erba – seguitano Foglio e Bordoni – ma la risposta è che non ci sono soldi e questi lavori dovrebbero essere pagati proprio dai genitori stessi. Un applauso alla Sindaca Raggi che ha lasciato un territorio senza guida politica e lei è la prima a non volersene minimamente interessare, nemmeno quando si parla di bambini”.

LA DERATTIZZAZIONE – Al momento non sembra essere stata prevista alcuna chiusura dell’istituto per una nuova derattizzazione, anche se immaginiamo che nelle prossime ore si potrà dare conto di un nuovo intervento. Da effettuare naturalmente chiudendo la scuola e creando non poche difficoltà ai genitori per la seconda volta in poco meno di un mese. “Siamo in attesa di sapere quali saranno le decisioni della dirigenza scolastica e soprattutto della dirigente municipale da cui il territorio si aspetta una soluzione definitiva su locali che scontano ancora la chiusura del giardino della Enzo Ferrari da tempo immemore, nonché garanzie per la salute dei più piccoli – afferma in una nota l’ex consigliere municipale Amedeo Ciaccheri – È chiaro però che a subire il danno più grosso del commissariamento del Municipio sono state le scuole del territorio, da Garbatella a Roma 70, abbandonate dal Campidoglio e dalla Sindaca, costrette alla chiusura o all’interdizione continua di spazi. Lo diciamo da tempo, serve un piano straordinario sull’edilizia scolastica in Municipio VIII”.

LeMa