Home Municipi Municipio VIII

Appia Antica. Demolito il Supermercato dei Cavicchi, sequestrato il ristorante “Pappa e Ciccia”

SHARE
DSC_1360

La Task force guidata da Massimo Miglio continua a lavorare contro gli abusi edilizi nel Parco dell’Appia Antica.
Continuano i controlli nel Parco dell’Appia Antica. Dopo gli abusi edilizi rilevati e demoliti nei mesi scorsi – il parcheggio illegale voluto dalla Veronica srl di Sergio Scarpellini per la villa appartenuta a Silvana Mangano e la sopraelevazione abusiva di un fabbricato di circa 150 mq nella villa dell’imprenditore Gaucci – l’8 Ottobre è toccato al supermercato abusivo di proprietà della famiglia Cavicchi.

“Il supermercato si trovava nel cuore del Parco archeologico, con vista sui vicinissimi archi dell’acquedotto dei Quintili, all’interno dell’azienda agricola Cavicchi – ha affermato Andrea Catarci, presidente del Municipio XI – Si trattava di una struttura in ferro e acciaio su basamento in cemento armato, di 550 mq per una cubatura pari a 1700 metri cubi, fatta per ospitare i banchi del supermercato e tavoli all’aperto”.
Questi interventi rientrano nelle attività della task force recentemente costituita tra i tecnici della Regione Lazio e dei Municipi più colpiti dall’abusivismo. Con quest’ultima demolizione, ha affermato A. Catarci “il Municipio XI è riuscito a fare qualcosa di più, attuando per la prima volta dopo decenni la norma relativa all’acquisizione e assicurando al patrimonio pubblico l’area oggetto dell’intervento abusivo, per un totale di circa 2.200 mq, con l’obiettivo di realizzare in loco, insieme alla Regione Lazio, un’area verde”.
Inoltre, mentre ancora era incorso di ultimazione la demolizione del supermercato di via Appia Nuova 1280, i Guardia Parco regionali, unitamente alla Task force guidata da Massimo Miglio hanno individuato ulteriori irregolarità procedendo con il sequestro del limitrofo ristorante Pappa e Ciccia, per un ampliamento abusivo di vaste proporzioni. “Infatti – continua a spiegare il Presidente del Municipio XI – è stato scoperto un ampliamento di circa 1.500 metri cubi di abusiva volumetria e ulteriori 1.000 metri quadrati di irregolari basamenti in cemento armato, con sovrastanti tettoie. Quest’ulteriore risultato dell’operazione odierna dimostra quello che il Municipio XI ha sempre sostenuto: le demolizioni sono un importante risultato nell’azione di bonifica e di ripristino ambientale e dello stato dei luoghi; il controllo del territorio è però la vera proprietà in una città che nell’ultimo anno è risultata completamente fuori controllo urbanistico”.

 

Simona D’Auria
Urloweb.com