Home Municipi Municipio VIII

Arriva il Bando per il Casale di Grotta Perfetta

SHARE
casale-3

Dopo mesi di silenzio si torna a parlare della struttura di via Grotta Perfetta 610

IL BANDO – La notizia dell’avvenuta pubblicazione del bando per l’assegnazione di alcuni spazi all’interno della struttura è arrivata dall’Assessora Alessandra Cattoi: “Un prestigioso immobile del Comune viene messo a disposizione della cittadinanza con il bando per l’assegnazione dei nuovi servizi all’interno del Casale Rosa di via di Grotta Perfetta”. Il nome ‘Casale Rosa’ viene dall’affidamento al servizio di sportello antiviolenza h24 presente nella struttura dal settembre scorso, dopo l’esecuzione dello sgombero per la Comunità Giovanile

IL SERVIZIO – Sulle possibilità future della struttura continua Alessandra Cattoi: “Il nuovo progetto, che affiancherà lo sportello antiviolenza h24 già presente nella struttura, costituirà un punto di aggregazione e di crescita sociale, attraverso lo svolgimento di attività rivolte soprattutto alle famiglie, alla popolazione giovanile del territorio, alle bambine e ai bambini”. L’assessore rimarca la necessità che per le assegnazioni si utilizzino i bandi pubblici: “È questa la strada giusta, per utilizzare nel miglior modo gli immobili di Roma Capitale che possano avere una funzione sociale: affidarli, attraverso bandi pubblici, per lo svolgimento di attività utili alla comunità. È quello che abbiamo fatto per il Casale Rosa insieme al Municipio VIII, è quello che continueremo a fare per altre strutture che metteremo presto a bando per attività di carattere culturale, sociale, produttivo e agricolo”.

LE MODALITÀ – Il bando è reperibile nel sito dell’assessorato e riporta il titolo di “Avviso pubblico per il reperimento di un organismo per l’affidamento del servizio integrativo e complementare al Servizio Antiviolenza SOS Donna H 24”. Il progetto da presentare avrà la durata di 24 mesi a decorrere dalla data di affidamento, per uno costo massimo di 25mila euro. All’aggiudicatario sarà richiesto, in particolare, di promuovere attività: di socializzazione, di formazione, ludiche ed extrascolastiche, all’aria aperta, per la socializzazione e la sensibilizzazione dei giovani, oltre ad attività di supporto alla genitorialità. Tra i requisiti specifici la presenza di almeno uno psicologo e tre educatori, esperienza almeno triennale nel settore e la realizzazione, negli ultimi tre esercizi, di un fatturato per servizi analoghi non inferiore all’importo del bando. La scadenza per la presentazione delle domande è fissata per il 9 marzo. 

LM