Home Municipi Municipio VIII

Caffarella: nuovo sequestro all’interno del Parco

SHARE
ferom roma caffarella

Sversati illegalmente rifiuti industriali inquinanti

IL SEQUESTRO – È scattata questa mattina l’operazione di sequestro di una vasta area in uso alla ditta FE.RO.M in via dell’Almone 21, all’interno del Parco della Caffarella. L’intervento è stato condotto dal gruppo Sicurezza Pubblica Emergenziale del Corpo della Polizia Locale di Roma Capitale, in sinergia con il Corpo Forestale dello Stato e la Polizia della Città metropolitana Roma Capitale, per la tutela dell’ambiente e della salubrità delle acque.

LO SVERSAMENTO – I caschi bianchi, agli ordini del Comandante Antonio Di Maggio, hanno potuto accertare come acque reflue e residuo di lavorazione industriale, venissero illegalmente smaltite per il tramite di sversamento diretto nei terreni insistenti sull’area protetta. Interi depositi di materiale inquinante sono stati posti sotto sequestro.

I PRECEDENTI – Questa operazione arriva a pochi gironi dall’intervento del 12 novembre scorso quando gli uomini di Di Maggio hanno messo sotto sequestro un condotto di scarico abusivo all’interno del parco.

IL PLAUSO – Dal Capogruppo del PD in Regione arriva il plauso per l’operazione: “Questa operazione conferma ancora una volta che è fondamentale tenere alta la guardia sui reati ambientali. Questo tipo di reati, infatti, non solo mettono a rischio la salute e devastano in maniera irreversibile il nostro territorio ma molto spesso sono collegati ad organizzazioni criminali, anche di tipo mafioso – seguita Valentini – Serve, quindi, una capillare vigilanza, non solo da parte delle forze dell’ordine, ma anche da parte dei cittadini”.

IL CONTRATTO DI FIUME – Resta di estrema attualità e urgenza il dibattito sulla necessità di proseguire l’iter per il Contratto di Fiume sull’Almone avviato dalla Regione Lazio nel marzo scorso. Il contratto è un accordo che permette di adottare un sistema di regole in cui i criteri di utilità pubblica, rendimento economico, valore sociale e sostenibilità ambientale, “intervengono in modo prioritario nella ricerca di soluzioni efficaci per la riqualificazione di un bacino fluviale”. Uno strumento utile a negoziare la programmazione degli interventi in cui entrano in gioco comunità, territorio, politiche e progetti, per effettuare il passaggio dalle politiche di tutela dell’ambiente a delle più ampie politiche di gestione delle risorse paesistico-ambientali. Su questo tema in passato è stato il consigliere di SEL e Presidente della Commissione Ambiente in Municipio VIII, Amedeo Ciaccheri, a sottolineare la necessità di proseguire l’iter per il raggiungimento del contratto di fiume sull’Almone: “Obiettivo tanto più importante visti i sequestri e i controlli delle ultime settimane”.

Leonardo Mancini