Home Municipi Municipio VIII

Catarci: “L’Assessore Leo risponde fischi per fiaschi: intervenga Brunetta!”

SHARE

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato di Andrea Catarci, Presidente del Municipio XI.

“Se l’Assessore Leo non lo avesse capito, i Municipi lamentano l’impossibilità di svolgere il ruolo di governo locale che compete loro. Programmare risulta impossibile in regime di “esercizio provvisorio”, cioè utilizzando, obbligatoriamente ogni mese, la dodicesima parte dei finanziamenti iscritti nel bilancio triennale 2009-2011 alla voce 2010: per di più si tratta di briciole, perché è risaputo che annualmente si stanziano i fondi necessari, comunque storicamente insufficienti rispetto ai fabbisogni territoriali, per dare attuazione agli interventi.

E’ curioso come all’efficientismo sbandierato in altre circostanze e all’altrettanto sbandierato rispetto delle regole faccia da contraltare un’inerzia così  pesante sul fronte della programmazione economica: per due anni consecutivi la Giunta Alemanno non approva nei tempi prescritti il bilancio, il più importante tra i documenti, con due Assessori che non sono bastati a colmare questa lacuna. Se è vero, come sostiene l’Assessore Leo, che l’approvazione del bilancio di previsione non è cosa indispensabile, che cosa ci sta a fare? Prende lo stipendio per fare un documento contabile ogni tre anni e un po’ di conti a consuntivo? Dulcis in fundo, sempre l’Assessore Leo, evidentemente amante dei paradossi, invita i municipi a non nascondere inefficienze e a essere più rigorosi. Non sarà lui, piuttosto, a nascondere dietro i  presunti buchi di bilancio l’intento di esautorare i Municipi della possibilità di programmazione?

Faccio appello al Ministro Brunetta, attento e solerte a denunciare presunti fannulloni e sacche di degrado nelle Pubbliche Amministrazioni, per capire se al Comune di Roma serva o no un Assessore al Bilancio che non ha alcuna intenzione di lavorare!