Home Municipi Municipio VIII

Catarci: “Roma senza bilancio, Municipi e consiglieri del centro sinistra in mobilitazione”

SHARE

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato di Andrea Catarci, Presidente del Municipio XI.

“I Municipi ed i consiglieri comunali di centro sinistra hanno oggi denunciato l’irresponsabilità di quella Giunta Alemanno che a tutt’oggi sta lasciando la città priva di bilancio – dichiara Andrea Catarci, Presidente del Municipio Roma XI ed esponente di Sinistra, Ecologia e Libertà.

“Roma è entrata in esercizio provvisorio per il secondo anno consecutivo e la macchina politico-amministrativa, già poco efficiente, è sull’orlo del collasso – proseguono il Presidente Catarci e l’Assessore al Bilancio dell’XI Andrea Beccari -. Il documento contabile si compone di un Piano Investimenti e di una parte di Spesa Corrente. Sintetizzare le conseguenze dell’attuale situazione è drammaticamente semplice. Con il Piano Investimenti si realizzano nuove opere ed interventi, che sono impossibili fino a quando non ci sarà il nuovo bilancio. Nella Spesa Corrente risultano bloccate tutte le voci economiche più consistenti, nell’ambito della manutenzione (di strade, scuole ed edifici pubblici), nelle forniture alle strutture municipali ed alle scuole, nel sociale, in particolare nella presa in carico di nuovi soggetti socialmente bisognosi in tutti i settori (anziani, disabili, minori a rischio, adulti in difficoltà, assistenza alloggiativa, assistenza alle famiglie…).

Ma Sindaco, Assessore al Bilancio e consiglieri del PDL capitolino fanno finta di non sapere tutto ciò e cercano fantasiose giustificazioni alla loro inerzia. Stanno anche calpestando impunemente le norme, che prescrivono termini ben precisi per approvare il documento contabile, come d’altronde fanno, pretendendo di presentare in ritardo la lista per le elezioni regionali, nella gestione dispotica del patrimonio, nello scempio autorizzato o talvolta tollerato di migliaia di impianti di pubblicità che hanno inondato strade e quartieri”.

“Ma questa non era la Giunta delle regole, quella inflessibile nell’imporre comportamenti “decorosi”? Questo discorso vale solo per i più poveri e per i meno garantiti ed esclude la Giunta, la maggioranza del PDL ed i potentati economici di riferimento? Alemanno proverà a fare il Sindaco o, come ha fatto negli ultimi giorni, vestirà solo i panni del capopopolo o del capo-corrente? – conclude ironicamente il Presidente Catarci -. La conferenza stampa odierna è solo l’inizio, nei prossimi giorni se la situazione non cambierà daremo vita ad iniziative di protesta, nei territori come in Consiglio comunale.”