Home Municipi Municipio VIII

Conigli a San Paolo: sembra lontana la soluzione per la colonia

SHARE
coniglisanpaolorid1

In Consiglio si discute sulla rimozione, ma il tempo non gioca a favore dell’istituzione

I CONIGLI DI SAN PAOLO – Lo scorso gennaio scrivevamo che la colonia di conigli sorta in via Tiberio Imperatore sarebbe potuta sparire in poche settimane. Fortunatamente come spesso capita abbiamo utilizzato il condizionale, altrimenti saremmo stati smentiti dal tempo.

LA COLONIA – È nata dopo l’irresponsabile abbandono, da parte di ignoti, di qualche esemplare all’interno dell’area verde a ridosso della Scuola Severo. Immediatamente i cittadini della zona si sono dati da fare per impedire la fuoriuscita degli animali dall’area, con la costruzione di un piccolo cancello, evitando che i conigli potessero finire sulla vicina carreggiata. La soluzione per questa vicenda, che nel frattempo ha portato disagi ai residenti e delle condizioni igieniche non proprio favorevoli al mantenimento della colonia, era stata individuata nel gennaio scorso guardando alla salvaguardia degli animali. In particolare con la collaborazione delle Guardie Zoofile dell’O.I.P.A. (Organizzazione Internazionale Protezione Animali) il Municipio aveva avviato le operazioni per assicurare la cura e un’adeguata sistemazione ai conigli. Sono state quindi avviate le operazioni di prelievo e sterilizzazione da parte della ASL RM/C e della Clinica Animali Esotici, per poi procedere all’affido a cittadini ed organizzazioni che ne avessero fatto richiesta, con l’impegnino a fornire una custodia dignitosa.

IL TEMPO DELL’INTERVENTO – Purtroppo la lentezza di queste operazioni ha portato al moltiplicarsi degli esemplari, arrivati ormai a diverse decine. Dopo le molte segnalazioni dei residenti preoccupati soprattutto per le condizioni igieniche dell’area, la Consigliera della Lista Civica Marino, Eleonora Talli, ha presentato al Consiglio Municipale una Proposta di Risoluzione per chiedere di accelerare la rimozione della colonia. “I conigli sono proliferi – spiega Talli – quindi sono aumentati notevolmente. C’è una recinsione, ma ci sono anche dei cittadini che gli danno da mangiare dei cibi impropri, che potrebbero portarli ad ammalarsi. La situazione – conclude Talli – va risolta ora a salvaguardia dei cittadini ma anche degli animali”. Ad aggiungere informazioni sulla vicenda è la Consigliera del M5S, Valentina Vivarelli, che spiega come sia già stata individuata la destinazione finale dei conigli, che saranno affidati ad una Fattoria didattica. Il problema rimane quello dello spostamento degli esemplari sul quale, come spiegato da Vivarelli, al momento il Municipio starebbe lavorando.

UNA CONVOCAZIONE STRAORDINARIA – Nonostante la tematica sia molto sentita dai residenti non sono mancate in Aula le critiche al modo con cui questo atto è stato presentato al Consiglio. Per primo è il Consigliere di Fi, Maurizio Buonincontro, a descrivere la vicenda come più adatta ad una interrogazione verso il Presidente o l’Assessorato all’Ambiente, piuttosto che materia di risoluzione, stante anche la mancanza di competenza da parte del Municipio. È poi il Capogruppo pentastellato, Carlo Cafarotti, a richiamare la necessità di utilizzare lo strumento della ‘convocazione straordinaria’ per temi della massima urgenza. Questa critica del M5S non è di certo un caso isolato, anzi fa il paio con il dissenso espresso per la convocazione di un consiglio straordinario, durato sei minuti, per la seconda votazione di una mozione sul bilancio capitolino erroneamente affossata dalla maggioranza.

Leonardo Mancini

coniglisanpaoloconiglisanpaolorid2