Home Municipi Municipio VIII

CTO: lavoratrici del servizio di pulizia si incatenano dopo il licenziamento

SHARE
lavoratrici cto

Al via la revoca dell’appalto, ma il rischio è che non si reintegri il personale

I TAGLI AL PERSONALE – Torna alta la tensione all’interno del CTO. Questa volta a manifestare sono i lavoratori e le lavoratrici della MA.CA.Srl, la società che si occupa del servizio di pulizia, sanificazione, consegna e trasporto materiali per l’ospedale CTO, Sant’Eugenio e Grassi. 

LE LAVORATRICI SI INCATENANO – Dalla MA.CA. nei giorni scorsi sono partite alcune lettere di licenziamento, che hanno portato due lavoratrici ad incatenarsi fuori dalla struttura sanitaria della Garbatella. A prendere parola sulla vicenda è il Presidente del Municipio VIII, Andrea Catarci: “Dopo la conclusione del tentativo di conciliazione con il mancato accordo e dopo le lettere medioevali inviate dalla società ai lavoratori, con cui si intima la restituzione di 11.800 euro cadauno degli stipendi pregressi, sono arrivate le prime lettere di licenziamento. In risposta da oggi due donne si sono incatenate all’entrata del CTO per difendere i propri diritti”.

IL ‘GIOCO DEI LICENZIAMENTI’ – Mentre monta la protesta dalla Asl Roma 2 si starebbe procedendo alla revoca dell’appalto alla MA.CA., ma il rischio è che i posti di lavoro non vengano reintegrati: “Se non si fa presto e non si concorda con il soggetto subentrante la salvaguardia di tutti i posti di lavoro potrebbe essere tutto inutile – seguita il minisindaco – Nel rinnovare la vicinanza e la solidarietà attiva a tutte le lavoratrici e i lavoratori coinvolti e nel denunciare di nuovo la prepotenza furbesca della MA.CA., si fa appello al Presidente Zingaretti perché intervenga direttamente a porre fine a questa drammatica situazione. Basta con il silenzio”.

LeMa

SHARE