Home Municipi Municipio VIII

Dalla Villetta ai Gazometri, un libro di Gianni Rivolta

SHARE

Oggi, alle 16:30, presso il Teatro Ambra alla Garbatella in piazza Giovanni da Triora 15, si svolgerà la presentazione del libro di Gianni Rivolta “Dalla Villetta ai Gazometri”, di Iacobelli Editore 2012.


La storia dei partiti politici e le lotte popolari nel primo dopoguerra nella zona industriale di Roma e nei quartieri Iacp di Garbatella e Testaccio-San Saba. Prendono parte all’incontro insieme all’autore: Andrea Catarci Presidente Municipio Roma XI, Enzo Foschi Consigliere Regione Lazio, Massimiliano Smeriglio Assessore alle Politiche del Lavoro e Formazione Provincia di Roma e i giornalisti Cosmo Barbato e Carlo Piccozza. L’iniziativa si svolge con il patrocinio del Municipio Roma XI. Ingresso libero. Invito

 

“Gianni Rivolta, scrittore e giornalista da 40 anni romani della Garbatella, propone un nuovo libro imperniato su vicende e personaggi legati al nostro territorio.  – ha dichiarato Andrea Catarci, Presidente del Municipio XI – ‘Dalla Villetta ai Gazometri’ è il titolo del racconto storico, che sceglie come chiave di interpretazione degli eventi dal 1944 al 1948 le vicende dei partiti politici democratici e l’inestricabile legame di essi con le lotte sociali. Il quadrante esaminato è la zona industriale dell’Ostiense e i quartieri a prevalente edilizia popolare di Garbatella, Testaccio e San Saba. 

Da una parte la Villetta, che è stata dalla liberazione del giugno ’44 la casa dei comunisti della Garbatella, un luogo storico della sinistra romana e non solo. Dall’altra il vecchio Gazometro, simbolo del lavoro e del sacrificio di tante generazioni che hanno varcato i cancelli di Via Ostiense. Tra questi due poli, tra case popolari, fabbriche e forni, dove era sempre rimasta accesa una fiammella di resistenza al fascismo, dall’8 settembre 1943 si struttura la combattiva 7° Brigata Garibaldi, che armi alla mano liberò la Villetta (ex casa del fascio) prima dell’arrivo degli alleati – ha continuato Catarci – Gianni Rivolta sforna un bel libro, connette magistralmente storia generale e storie particolari, propone materiali inediti e punta l’attenzione su vicende sconosciute o poco note, esaltanti o contraddittorie e sgradevoli che siano, mette le memorie a disposizione del presente e del futuro dei nostri quartieri. La presentazione odierna al Teatro Ambra Garbatella, è occasione per ringraziarlo davvero sentitamente del patrimonio che ha disseppellito e riproposto con scrittura brillante e scorrevole – conclude Catarci.

Serena Savelli