Home Municipi Municipio VIII

Elezioni Municipio VIII: i cittadini alle urne tra il 15 aprile e il 15 giugno

Dalla prefettura le decisione sul voto, la data più probabile sembra essere quella del 3 giugno prossimo

SHARE
sede municipio 8

ELEZIONI MUNICIPALI – La finestra elettorale nella quale i cittadini dei municipi III e VIII torneranno al voto sembra essere ormai definita. Per eleggere i nuovi minisindaci e i parlamentini si dovrà scegliere una data tra il 15 aprile e il 15 giugno. La decisione è arrivata quest’oggi dalla Prefettura, dove la Prefetta Paola Basilone ha disposto che palazzo Valentini provvederà al più presto “ad adottare il decreto di convocazione dei comizi elettorali – visto che – non si evince né dal testo statutario né dal regolamento del consiglio comunale alcuna specifica disposizione che indichi un termine diverso”.

LA DATA – A questo punto la data più probabile per tornare alle urne risulta essere il 3 giugno prossimo, quando i cittadini romani saranno comunque chiamati ad esprimersi sul quesito referendario proposto dai Radicali Italiani in merito ad Atac.

UNA BUONA NOTIZIA – In Municipio VIII c’è forte attesa per questa tornata elettorale, il territorio infatti è ormai sotto commissariamento da un anno, dopo l’uscita di scena dell’ex minisindaco Paolo Pace. In questi mesi non sono mancate le richieste di nuove elezioni da parte delle  ex forze d’opposizione municipali. Nel dicembre scorso è arrivata anche la prima candidatura alla Presidenza, con l’ex consigliere Amedeo Ciaccheri che è sceso in campo con il progetto Super8. Ciaccheri è anche tra i primi a commentare la decisione di Paola Basilone: “Finalmente parole chiare sul destino del Municipio Roma VIII. Nel silenzio del Campidoglio, dopo più di un anno di commissariamento politico per l’incapacità del M5s, torneremo al voto a primavera. Una buona notizia e il punto d’inizio di una nuova fase: adesso andiamo a vincere con una coalizione che torni a dare voce al territorio e scriva una pagina inedita per un Municipio Solidale in una Roma disastrata”. Anche il Pd in Municipio VIII saluta con favore il ritorno alle urne: “Benissimo, non vediamo l’ora, noi. Metteremo in campo una proposta politica seria e credibile per far ripartire il nostro territorio dopo i disastri a cinque stelle, e lo faremo con un percorso partecipato e un campo di forze largo, inclusivo, civico, politicamente preparato che mira a riunire le forze positive e propositive sul territorio. É il tempo di riaprire le porte del Municipio ai cittadini e alle cittadine, alla partecipazione vera e non quella millantata”. Un probabile invito alle primarie, in un contesto territoriale nel quale una coalizione di centro sinistra unita potrebbe tornare ad ottenere risultati positivi.

LA SCELTA AI CITTADINI – Non sono mancate le reazioni da parte del centro destra, nel quale si avanza anche una prima candidatura alla presidenza. È l’ex capogruppo di Fdi, Alessio Scimè, a fare un passo avanti nella competizione: “Siamo felici e soddisfatti come centrodestra che finalmente si restituisca ai cittadini la possibilità di scegliere democraticamente chi guiderà il governo del Municipio. Dopo anni di malgoverno di sinistra e la scandalosa esperienza pentastellata finalmente il municipio VIII potrà decidere di affidare la sua rinascita ad una guida di esperti ed onesti amministratori guidata da Alessio Scimè con un centrodestra unito e vincente”. Forza Italia, con il vice coordinatore romano, Simone Foglio, saluta con favore l’indicazione della finestra elettorale: “Anche se ancora non c’è la certezza della data mi rallegro perché finalmente il territorio avrà una guida politica. Ciò di cui sono certo – aggiunge Foglio – È che dopo vent’anni di fallimenti da parte delle giunte di centro sinistra e dopo l’esperienza fallimentare del M5s, l’unica alternativa credibile sarà un governo locale guidato dal centro destra, che già ha vinto le elezioni nazionali”.

VERSO LE ELEZIONI – Intanto in questi giorni Rifondazione Comunista in Municipio VIII ha lanciato un appuntamento per domani alle 18 presso il Circolo Che Guevara, dal titolo ‘Dalle elezioni politiche a quelle municipali’. “Prima è meglio è – si legge in una nota – Rifondazione Comunista dell’VIII municipio, dopo un lavoro iniziato la scorsa estate (appena caduta la giunta Pace), è stata promotrice di un percorso largo e condiviso (da partiti, movimenti, associazioni e singoli) che portasse alla costruzione di un campo di sinistra chiaro e senza ambiguità, alternativo a tutte le esperienze di governo precedenti e ovviamente anche alternativo alle destre. Oggi siamo pronti con una lista che raccoglie tutta la sinistra dell’ottavo municipio e che presenteremo nelle prossime settimane – conclude Luca Fontana – Spiace molto che qualcuno sia ancora abbacinato dall’orizzonte del centrosinistra, una prospettiva del tutto irricevibile, vicina ai palazzi del potere e lontana dagli interessi popolari”.

Leonardo Mancini