Home Municipi Municipio VIII

Elezioni Municipio VIII: M5s verso la candidatura di Enrico Lupardini

Critiche, anche dall’interno, nei confronti della votazione poco partecipata

SHARE

MUNICIPIO VIII – Nella serata del 23 aprile scorso si sono svolte le votazioni per la candidatura alla Presidenza tra gli attivisti del M5s in Municipio VIII. Con le elezioni in vista (il 10 giugno prossimo), le primarie del centro sinistra in arrivo (il 28 aprile si sceglierà il candidato di coalizione tra Enzo Foschi del Pd e Amedeo Ciaccheri della Sinistra Civica) e la corsa alla candidatura ancora da decidere nel centro destra (la posizione si gioca tra Simone Foglio di Fi e Alessio Scimè di Fdi), la candidatura grillina sembra l’unico punto fermo in questa partenza di campagna elettorale, ma non è proprio così.

CANDIDATURE NON ANCORA UFFICIALI – Il candidato presidente al momento è Enrico Lupardini, già consigliere in Municipio VIII e presidente del parlamentino di via Benedetto Croce. Ma la lista e la candidatura a Presidente non sarebbero ancora ufficiali. Stando a quanto apprendiamo infatti i candidati stanno raccogliendo tutta la documentazione necessaria (casellario giudiziario compreso) che sarà vagliata per sancire l’ufficialità delle candidature.

LA VOTAZIONE – A contendersi la candidatura alla presidenza anche due altri ex consiglieri del Municipio VIII, Marco Salietti e Massimiliano Morosini. Quest’ultimo in un post su Facebook ha avanzato alcune critiche nei confronti del sistema di votazione che ha portato alla candidatura di Enrico Lupardini, risultato vincitore con 19 voti su 55 votanti. “L’elemento negativo consiste nel fatto che non si sono volute seguire le regole statutarie che prevedono la selezione in rete delle candidature ma è stato scelto un metodo oggettivamente improvvisato, poco partecipativo e poco inclusivo – ha commentato Morosini, comunque in lista assieme a Salietti – Sono stati infatti 55 gli attivisti cui è stato riconosciuto il diritto di voto per formare una lista di 22 candidati in un Municipio che conta oltre 130mila abitanti. Un sistema un po’ troppo da sezione di partito della prima Repubblica”.

LE CRITICHE – I numeri esigui in queste votazioni non sono passati inosservati e anche dalle opposizioni non sono mancate le critiche. È il candidato della Sinistra Civica alle primarie del centro sinistra, Amedeo Ciaccheri, a criticare lo svolgimento di questa votazione: “Dopo essere spariti da tutte le battaglie sul territorio, una gestione fallimentare del governo municipale e aver smentito tutto il programma delle ultime elezioni, il M5s in Municipio VIII fa una bella votazione ad alzata di mano in una riunioncina e in 19 scelgono il candidato presidente. Alla faccia della partecipazione, meritiamo di meglio”.

Leonardo Mancini

+++ RETTIFICA +++ 03/05/2018

Riceviamo e pubblichiamo la richiesta di rettifica arrivata da Massimiliano Morosini alla nostra redazione:

“In riferimento al vostro articolo intitolato «Elezioni Municipio VIII: M5S verso la candidatura di Enrico Lupardini», a firma di Leonardo Mancini, faccio presente che non ho esercitato il diritto all’elettorato passivo per la scelta del candidato presidente da parte del M5S in quanto ho ritirato il mio nome prima dello svolgimento delle procedure di voto”.