Home Municipi Municipio VIII

Flash mob in Campidoglio contro l’abolizione delle feste di mamma e papà

La misura è stata messa in pratica da un asilo del Municipi VIII, sostituendole con la Festa della Famiglia

SHARE

MUNICIPIO VIII – Continuano le manifestazioni contro la decisione dell’Asilo Chicco di Grano nel Municipio VIII che ha abolito le feste della Mamma e del Papà, sostituendole con quella della Famiglia. Nei giorni scorsi gli esponenti locali di Casapound hanno manifestato davanti alla struttura scolastica, mentre questa mattina la protesta, che ha visto in prima linea i consiglieri di centro destra, si è spostata in campidoglio.

LA VICENDA – La decisione è stata presa dall’Asilo Chicco di Grano nel quartiere di Roma 70 in Municipio VIII, dopo le proteste di una coppia omogenitoriale. La scuola ha quindi deciso di organizzare una giornata di attività e laboratori aperti a tutte le famiglie. Un evento, si legge nella comunicazione della Scuola: “Rispettoso delle trasformazioni sociali e culturali in atto nella nostra società, secondo i principi di uguaglianza e pari opportunità”.

IL FLASH MOB – Questa mattina in Piazza del Campidoglio gli esponenti romani del centro destra hanno srotolato alcuni striscioni con le scritte ‘Viva la mamma’ e ‘Viva il papà’, per dichiarare la loro contrarietà a questa misura: “Flashmob oggi in Campidoglio – ha comunicato il consigliere di Fdi, Andrea De Priamo – per dire che eliminare la Festa della Mamma o del Papa’ in un Nido Comunale non aggiunge diritti a nessuno ma toglie ai bimbi il diritto di festeggiare la propria mamma e il proprio papà”. “È inaccettabile che per scelte personali si vieti la celebrazione di una festa tradizionalmente attesa dalle famiglie, crediamo che la diversità non debba affermarsi negando alla maggioranza il diritto di esprimersi”, hanno dichiarato i Fabrizio Ghera, Andrea De Priamo, Maurizio Politi, Francesco Figliomeni e Rachele Mussolini. “Pertanto – seguitano – auspichiamo che anche le altre forze politiche sottoscrivano ed approvino la mozione di Fdi e che il sindaco Raggi, peraltro commissario dell’VIII Municipio territorio in cui è presente l’asilo nido `Chicco di grano’, possa intervenire per modificare questa assurda decisione”.

VICINANZA – Sostegno è arrivato anche dal coordinatore romano e consigliere comunale di Fi, Davide Bordoni, che ha espresso vicinanza alle famiglie che oggi hanno manifestato in Campidoglio: “I genitori hanno diritto di festeggiare questa ricorrenza, come i figli hanno diritto di celebrare con le proprie madri e padri questi due giorni – seguita – Tra un po’ arriveremo a cancellare qualsiasi festività che richiami alle nostre origini o qualsiasi ricorrenza, perché troppo vecchia, e quindi discriminatoria verso qualcosa o qualcuno?”

LeMa