Home Municipi Municipio VIII

Garbatella, scuola: ancora topi alla ‘Casa dei Bimbi’

Dal mercoledì la struttura è chiusa in attesa degli interventi di derattizzazione

SHARE

GARBATELLA – La scuola dell’Infanzia ‘Casa dei Bimbi’ non sembra avere pace. A pochi mesi dall’ultima chiusura per derattizzazione (avvenuta nello scorso mese di marzo), l’istituto torna ad essere chiuso a causa della presenza di topi.

LA CHIUSURA – Da mercoledì 27 settembre i cancelli della scuola sono rimasti chiusi, per permettere le operazioni di derattizzazione. Un’ipotesi che era circolata già nei giorni scorsi, quando gli escrementi dei topi erano stati rinvenuti in varie parti dell’edificio. Immancabili i disagi per i genitori, in molti sono stati costretti a trovare delle soluzioni di ripiego in fretta e furia, perlomeno fino alla risoluzione di questa crisi.

IL COMMENTO – Sulla vicenda è intervenuto l’ex consigliere e minisindaco del Municipio VIII, Andrea Catarci: “La struttura particolare del complesso ha bisogno costante di attenzioni preventive, in termini di pulizia e derattizzazione, che sono state colpevolmente azzerate dagli amministratori pentastellati nell’ultimo anno abbondante, con l’aggravante – aggiunge – di aver fatto passare invano anche i mesi estivi e di dover chiudere la Scuola a poche settimane dall’apertura. A maggior ragione adesso urgono interventi rapidi ed efficaci di cura delle aule, della mensa, del grande giardino, dei numerosi sottoscala e degli spazi più nascosti”.

I MESI ESTIVI – Dal Pd municipale si punta sul tempo perso durante i mesi estivi appena trascorsi: “Tutto questo in attesa che, dopo mesi di chiusura estiva, dal Municipio ci si decida ad intervenire per una doverosa derattizzazione – spiegano dal gruppo municipale – è solo l’ennesima dimostrazione dell’inefficienza e del disinteresse a cui siamo condannati dall’amministrazione dei sedicenti 5 Stelle. Intanto centinaia di bambini e le loro famiglie vivranno questo ennesimo disservizio, un disagio che è ormai il tratto caratteristico della nostra povera Città”.