Home Municipi Municipio VIII

Grotta Perfetta: il CdQ scende in campo

SHARE
campetto roma 70

Promossa un’assemblea sul futuro del ‘campetto di Roma 70’

LA PULIZIA DI GIUGNO – Il ‘campetto’ di Roma 70, l’ex impianto sportivo polivalente e pista di pattinaggio all’incrocio tra Via dei Granai di Nerva e Via di Grotta Perfetta, per anni è rimasto nel più assoluto degrado. L’immondizia accumulata e l’erba alta avevano reso impraticabile l’area fino al 26 giugno scorso. In quella data i cittadini della zona, richiamati dal Comitato di Quartiere Grotta Perfetta, hanno riqualificato completamente il campetto. Un lavoro durato più giorni che ha restituito uno spazio importante al quartiere. 

L’ASSEMBLEA PUBBLICA – Ora il rischio per l’area è quello di ricadere nell’incuria. Per evitare questo il CdQ è tornato a chiamare i cittadini a raccolta. L’appuntamento in questo caso (domenica 25 settembre alle ore 10,30) non è per una pulizia straordinaria, ma per un’assemblea pubblica destinata a discutere del futuro dell’area. “Vogliamo raccogliere suggerimenti e proposte da avanzare al Municipio – ci spiega Mario Semeraro, Presidente del Comitato – L’assemblea è stata decisa per capire quali siano le aspettative dei residenti per il futuro del campetto. Partiamo dai cittadini per stimolare un processo partecipativo su un’area di grande interesse per un quartiere come il nostro al quale mancano punti d’aggregazione”.

ASCOLTARE LE RICHIESTE DEI CITTADINI – Il rischio infatti è che la pulizia straordinaria dei cittadini possa essere vanificata dall’incuria e dalla mancanza di manutenzione ordinaria: “Non vogliamo lasciare questo spazio nel degrado in cui l’abbiamo trovato – seguita Semeraro – Sarebbe bello poter arrivare ad una soluzione condivisa tra Municipio e cittadini, magari anche con un bando che l’assegni ad una Associazione o ad un Ente. L’importante – concludono dal CdQ – è che la decisione su quest’area non venga presa soltanto dall’alto sulla base di motivazioni tecniche o politiche, ma che si ascoltino i cittadini e le loro esigenze”.

LeMa