Home Municipi Municipio VIII

Il CSOA La Strada riparte con un corteo

SHARE
lastradacorteo

In migliaia a Garbatella per #RicostruiamoLaStrada

IL CORTEO – In migliaia nel pomeriggio del 28 dicembre hanno sfilato per le strade della Garbatella in sostegno della campagna di ricostruzione del Centro Sociale La Strada (#RicostruiamoLaStrada). Partendo da via Passino il corteo, con in testa i bambini della scuola popolare Piero Bruno e del Pedibus organizzato dalla Ciclo Officina, ha percorso i lotti e le principali arterie del quartiere, per ricordare a tutti gli abitanti il lavoro culturale e sociale che La Strada porta avanti dal 1994. 

 

GLI INCENDI – Le cause dei due roghi che a distanza di 48 ore hanno sconvolto la vita del centro sociale, sono ora al vaglio dei tecnici che nelle prossime potranno fare chiarezza. Al momento non c’è stata nessuna rivendicazione del gesto, inizialmente trattato con la dovuta cautela e presentato come un incidente. All’origine non sembra esserci, almeno nelle dichiarazioni dei ragazzi de La Strada, una matrice politica, piuttosto un atto intimidatorio volto a minare l’impegno degli attivisti sul territorio: “Gli eventi che si abbattono su di noi precedono i riscontri tecnici, di cui siamo ancora in attesa, e rivelano la natura intimidatoria e di stampo mafioso dell’escalation violenta nei nostri confronti – spiegano gli attivisti – Riteniamo infatti sia possibile escludere una matrice politica di queste azioni per la modalità dei fatti. La storia ventennale del nostro spazio parla di lavoro nel territorio, di contrasto all’emarginazione e al degrado sociale. Le modalità intimidatorie e di stampo mafioso con cui si stanno susseguendo gli eventi non ci impediranno di proseguire il percorso intrapreso che, anzi, porteremo avanti con più entusiasmo e motivazione”.

Guarda la Galleria

TANTE LE DIMOSTRAZIONI DI SOLIDARIETA’ – ricevute nei giorni scorsi da cittadini e istituzioni politiche della città: “L’incendio che ha colpito il centro sociale La Strada è una ferita per il quartiere e la città – dichiara il Vice Sindaco Luigi Nieri – Questo spazio è da sempre un importante luogo di socialità e di cultura nonché un punto di riferimento per una intera comunità cittadina. Voglio esprimere solidarietà alle donne e agli uomini del centro sociale con l’augurio di tornare presto alla normale attività”. Anche il minisindaco del Municipio VIII, Andrea Catarci, presente nel corteo assieme a buona parte della sua Giunta, ha definito La Strada: “Una realtà lunga 19 anni che non brucia con nessun fuoco, che se in qualche parte viene distrutta rinasce più forte e vigorosa di prima – seguita -Miglior risposta al fuoco distruttore e alle eventuali mani che l’hanno acceso non poteva esserci: con il centro sociale c’è una comunità, aperta e inclusiva, che vive e invade le vie con energia creativa e istinto di contaminazione, che dalle difficoltà esce sempre rafforzata.E così da quasi vent’anni, è così anche questa volta. La sfilata aperta dai bambini della Scuola popolare Piero Bruno e chiusa da Ascanio Celestini ne è ennesima dimostrazione”.

Leonardo Mancini

SHARE