Home Municipi Municipio VIII

Il Municipio VIII presenta l’Essspò del Sociale

SHARE
esspo-sociale-roma

Il 12 dicembre stand e rappresentazioni dalle realtà sociali del territorio

MUNICIPIO VIII – Quello che verrà presentato il 12 dicembre prossimo non è legato alle feste, alla solidarietà da calendario o a quell’intima necessità di fare del bene che ci avvolge durante le festività. Quello che verrà presentato in via Benedetto Croce 50, nella sede del Municipio VIII, è un lavoro quotidiano, continuo e che non conosce stop. Legato ai bisogni e alle necessità di chi, per un motivo o per un altro, ha bisogno di una mano. È l’Assessorato municipale alle Politiche Sociali a presentare l’Expò del Sociale, o meglio: l’Essspò del Sociale. Le tre “S” nella parola, che ormai è entrata nell’uso comune dei cittadini italiani, servono a ricordare i tre elementi alla base di questa iniziativa: Sociale, Sostenibile e Solidale. È così che vuole essere questa giornata di sensibilizzazione e di condivisione delle tantissime attività che vengono svolte sul territorio del Municipio VIII. Dalle 9,30 alle 18,30 il piazzale antistante la sede municipale si popolerà di stand animati dalle varie realtà che operano nel sociale a sostegno delle necessità di questo territorio. “Una vera e propria festa in cui Associazioni, Cooperative e Comitati esporranno e offriranno, dietro un contributo volontario, il loro materiale e pubblicizzeranno le loro attività – ci spiega l’Assessore municipale, Dino Gasparri – Sarà un vero e proprio Expò della solidarietà aperto a tutta la cittadinanza, alle famiglie, senza limiti di età”. 

Un’occasione per capire e toccare con mano le attività di tanti professionisti che, nonostante il loro lavoro resti nell’ombra e spesso non venga tenuto nella dovuta considerazione, con abnegazione e spirito di causa vanno avanti. Con il solo scopo di creare per tutti le stesse possibilità. Durante la giornata sarà possibile conoscere il lavoro degli operatori delle Case Famiglia del territorio, di chi si occupa di assistenza a malati, disabili o ragazzi nelle scuole. Fare una passeggiata all’interno di questa iniziativa, o tra gli stand di Associazioni e Cooperative, è un modo per capire e per rendersi conto di quanto spesso diamo per scontato. Di quanto lavoro c’è dietro la possibilità che un bambino diversamente abile possa usufruire dei servizi scolastici, o di come un anziano possa essere assistito nei momenti di maggiore fragilità. Sono tutti compiti e necessità che rientrano nelle competenze territoriali delle istituzioni di prossimità, e che queste realtà rendono possibili. Un lavoro lento e congiunto che costruisce il sistema di assistenza che conosciamo, migliorabile certamente, ma non per questo meno ammirabile.

Come ci è stato spiegato dall’Assessorato, “nella Sala Consiliare si susseguiranno spettacoli, proiezioni e rappresentazioni, tenuti e curati dai ragazzi seguiti dai nostri servizi sociali – seguita Gasparri – vi assicuro che vale la pena di assistere e partecipare. Un evento questo, che non riguarda più solo gli addetti ai lavori ma tutti i cittadini e le famiglie del nostro territorio”. L’iniziativa in programma prevede anche l’esposizione di oggetti e prodotti realizzati con materiali di riuso dalle Associazioni di Volontariato presenti nel territorio. Sarà possibile acquistare questi oggetti con un contributo volontario. Una parte del ricavato da questa vendita sarà destinata alle attività della Casa Famiglia di Via Ballarin. “Il successo dell’iniziativa – conclude l’Assessore Gasparri – dipende dalla convinzione e dalla volontà di sentirsi coinvolti personalmente in questa avventura di solidarietà e di condivisione sociale e umana”.

Leonardo Mancini