Home Municipi Municipio VIII

Incendiato il Liceo Socrate nel quartiere Garbatella

SHARE
socrateincendio

Il liceo Socrate ha subito un atto vandalico che ha ridotto in cenere due aule. L’incendio probabilmente è doloso, vista la presenza di una scatola di cerini e di alcune impronte sospette

L’INCENDIO – Un incendio intenzionale, che ha provocato gravissimi danni al plesso nel cuore della Garbatella. Due aule devastate dalle fiamme, una scatola di cerini abbandonate e alcune impronte danno sentore che questo atto vandalico sia stato voluto e premeditato. Al Socrate erano già comparse, qualche tempo fa, delle scritte omofobe e si erano verificato altri atti di matrice vandalica. 

LE REAZIONI ISTITUZIONALI – Anche il Sindaco Ignazio Marino è andato sul posto per effettuare un sopralluogo, dichiarando: “Una vera azione criminale, uno schiaffo in faccia a tutta la città e alla comunità. Siamo devastati da questo atto”. Anche il Prefetto di Roma, Giuseppe Pecoraro, è intervenuto assicurando che “da parte di tutte le istituzioni c’è l’impegno affinché il 2 settembre riapra la scuola a tutti gli studenti. Siamo certi che i lavori termineranno entro quella data” e ha continuato dando una stima approssimativa dei danni: “L’ammontare dei danni lo sapremo tra qualche giorno, ma certamente sono oltre i 200 mila euro”. 

LA REAZIONE DEGLI STUDENTI – Questa mattina è stato affisso uno striscione dagli studenti del Socrate con su scritto “Socrate resiste!”. I ragazzi hanno affisso, inoltre, un manifesto con su scritto: “Nella notte tra il 12 e il 13 luglio la nostra scuola è stata devastata da un incendio. Noi studenti non ci siamo lasciati sopraffare da un simile attacco, ma abbiamo da subito espresso la volontà di andare avanti per ricostruire la nostra casa e continuare a lottare per gli ideali in cui crediamo”.

DAL MUNICIPIO VIII – Una nota congiunta del Presidente del Municipio VIII, Andrea Catarci, e di tutta la Giunta municipale, esprime rammarico, rabbia e volontà di trovare una soluzione: “Un incendio doloso ha devastato un piano del Liceo classico Socrate di Garbatella ed avrebbe potuto demolire l’intero Istituto. Un atto di guerra contro la cultura, la società, la comunità,un gesto vile e folle con cui si è alzato il tiro dopo i sassi, le scritte omofobe e neofasciste e le innumerevoli intimidazioni dei mesi scorsi. Rimetteremo in piedi in fretta la struttura – continua la nota – troveremo una soluzione provvisoria in zona nel caso in cui i lavori di ripristino non si concludano in tempo per la ripresa delle attività scolastiche, quel che è certo è che il Liceo Socrate continuerà ad essere quel punto di riferimento per studenti,insegnanti, il quartiere e la città tutta che è sempre stato,rinnovando l’impegno specifico sul tema dei diritti e delle libertà personali. Lo testimonia in modo inequivocabile il flusso ininterrotto di studenti, genitori, insegnanti e cittadini che, insieme alle Istituzioni a iniziare dal Sindaco Marino, hanno portato la loro vicinanza e solidarietà alla comunità scolastica del Socrate”. (foto di Ansa)

Serena Savelli