Home Municipi Municipio VIII

IPAB SAN MICHELE, CONTINUANO I PROBLEMI?

SHARE

Altre situazioni da chiarire sull’Istituto Romano.
TORMARANCIA – Continua la nostra inchiesta sull’Ipab San Michele. Dopo aver affrontato, sullo scorso numero di Urlo, il discorso relativo alle occupazioni abusive e al malcontento dei cittadini di Tormarancia per la situazione in cui versa parte della proprietà dell’Istituto, sono state portate alla nostra attenzione due problematiche che sembrano non trovare risoluzione.
La prima, risalente al 26 settembre 2008, è un’interrogazione a firma del consigliere Donato Robilotta con la quale si chiedeva al Presidente della Regione Lazio e all’Assessore agli Affari Istituzionali, Enti Locali e Sicurezza come era composto il patrimonio immobiliare dell’Ipab e come sarebbero stati utilizzati i proventi della vendita dell’immobile dell’Istituto che ospita l’Hotel Colonna.

La seconda, invece, concerne la posizione del medico responsabile della Residenza Sanitaria Assistenziale. È del 20 ottobre 2008, infatti, una comunicazione da parte del Dipartimento Sociale della Regione Lazio in cui si fa presente che “il regolamento regionale n 1/94 – Personale – art 10 punto a) contempla che le RSA devono essere in possesso del seguente personale: medico specialista […] ”geriatra, psichiatra, fisiatra o altra specializzazione”[…] A tale proposito, mentre si rileva che la specializzazione in Audiologia non risulta affine o equipollente con le specializzazioni richieste nell’ambito della struttura socio – sanitaria di che trattasi, si rammenta che il R.R. n 1/94 – art 17 – Obblighi del titolare dell’autorizzazione – dispone che eventuali variazioni della titolarità dell’RSA, […] degli operatori responsabili devono essere comunicate alla Regione Lazio – Assessorato Sanità – e all’organo di gestione competente e successivamente autorizzate. Alla luce di quanto supposto, la Scrivente Direzione non può ritenere accettabili i requisiti posseduti dal Dott. Vincenzo Grotti in quanto non attinenti alla normativa regionale che disciplina la dotazione organica del personale operante nelle RSA”. Tale comunicazione era firmata dalla Dott.ssa Agnese D’Alessio.
Avremmo voluto conoscere la situazione attuale delle cose direttamente dalla Regione Lazio ma non siamo riusciti a parlare né con il consigliere Robilotta né con chi ci è stato indicato come sostituto della Dott.ssa D’Alessio. Chiudiamo, quindi, con una dichiarazione del Dott. Cesqui, della Segreteria Generale dell’Ipab. “L’Hotel Colonna è stato venduto per risistemare l’RSA e la casa di riposo, che rientrano nel progetto Cittadella del Benessere del nostro Presidente Gianfranco Imperatori. I vantaggi che ne sono conseguiti sono moltissimi, comunque è un discorso risolto. Per quel che riguarda il Medico Responsabile, la questione veniva sollevata sulla base di una vecchia legge, lo abbiamo comunicato alla Regione e siamo in attesa di una risposta”.
Andrea Falaschi
Urloweb.com

SHARE