Home Municipi Municipio VIII

La Strada compie gli anni

SHARE
lastrada21

21 anni con ostinato rigore

21 ANNI CON OSTINATO RIGORE – Il centro sociale La Strada festeggia 21 anni. “Dal 1994 un posto speciale”, così gli attivisti vedono lo spazio occupato di via Passino che festeggia il suo compleanno con quattro giorni di musica, spettacoli, dibattiti e cultura. Dall’8 all’11 ottobre, un calendario ricco con tanti amici del centro sociale che non hanno voluto mancare a questo appuntamento. “Quattro giorni per aprire la nuova stagione di iniziative del Csoa La Strada – scrivono gli organizzatori – Quattro giorni di lunghi festeggiamenti per ripercorrere la nostra storia, raccontare il presente e tessere le fila di un ragionamento per il futuro, rivendicando la nostra storia politica fatta di percorsi territoriali, incursioni istituzionali e sconfinamenti verso un altro mondo possibile, con ostinato rigore!”. 

ORIZZONTE ROJAVA – Per parlare di questi quattro giorni di festeggiamento e per comprenderne lo spirito molto internazionale, abbiamo voluto ascoltare Amedeo Ciaccheri, uno dei portavoce del centro e consigliere in Municipio VIII con SEL. È lui a parlarci dell’importanza dei rapporti internazionali che La Strada ha imparato a tessere in questi anni: “L’idea è quella di cercare nei processi internazionali il confronto e la discussione sui modelli di lavoro che applichiamo qui. Nel corso degli anni Roma e l’Italia sono stati un modello di sperimentazione di aggregazione che ha interessato tantissime realtà europee – sottolinea Ciaccheri – Oggi la bilancia pesa dalla parte opposta, la stagnazione nazionale e romana ci porta a guardare fuori, anche per mettere in discussione quello che avviene qui”. Sono tante le campagne internazionali alle quali il centro sociale di via passino aderisce, una fra tutte è ‘Rojava Calling’, cui è dedicato l’incontro ‘Orizzonte Rojava, Resistenza e Democrazia dal Kurdistan all’Europa’ in programma per venerdì 9 alle 18.30. Le iniziative di solidarietà attiva per il Rojava e il Kurdistan turco, si sono moltiplicate nell’arco di questo ultimo anno: dalle staffette umanitarie all’esperienza della Carovana internazionale del settembre 2015. “Le campagne internazionali – ci spiega Ciaccheri – rafforzano i legami, farsi portavoce di campagne internazionali è importante in una situazione internazionale sempre più complessa e che spesso non viene raccontata dai media”.

METROPOLI, COMUNITÀ, MOVIMENTI – Questo il titolo dell’incontro-dibattito programmato per l’8 ottobre alle 18,30, occasione per indagare i modelli di partecipazione latinoamericani con un occhio alla situazione italiana. “Questo è uno dei processi che abbiamo scelto di presentare durante il compleanno de La Strada: il Movimento de Participación Popular in Uruguay. Un movimento – sottolinea il portavoce – Che ha rimesso al centro della vita politica i temi della felicità, della libertà, della partecipazione orizzontale e democrazia diffusa, il tutto nello spettro della crisi globale. Dimostrando come i movimenti e le comunità non si tengano assieme soltanto nella mobilitazione e nella rivendicazione di diritti, ma anche nell’esprimere un modello di governo”.

I RAPPORTI CON IL TERRITORIO – Abbiamo voluto chiedere agli attivisti quale sia il rapporto con il territorio, con quella Garbatella che da 21 anni ospita La Strada. Abbiamo chiesto se la percezione della cittadinanza sia cambiata nel tempo. “È cambiata La Strada – ci dice Ciaccheri – La percezione è cambiata in relazione alla trasformazione del soggetto e della città. 20 anni fa i centri sociali erano espressione del mondo underground e delle sottoculture, oggi i centri sociali sono diventati dei veri e propri costruttori di welfare sociale”. Si passa dalla scuola popolare ai corsi per ragazzi e ragazze, fino alla ciclofficina e ai tanti progetti calati sul territorio: “Tutte queste iniziative hanno rafforzato la reciproca integrazione. Ci sono dei servizi che purtroppo oggi non sono più garantiti, ma che continuano ad integrarsi con realtà informali come noi. Certo – conclude Ciaccheri – Certo c’è chi queste scelte, non essendo noi uno spazio neutro, non potrà mai accettarla, ma l’integrazione tra il centro sociale ed il quartiere continua”.

TANTI APPUNTAMENTI – Durante i festeggiamenti non mancherà l’attenzione alle vicende di ‘casa nostra’, con il dibattito sulla ‘Buona Scuola’ (Sabato 10 ore 18,30) e l’omaggio al regista Claudio Caligari (domenica 11 ore 17.30) che vedrà anche l’intervento di Valerio Mastandrea. Poi tanta musica con due serate, la prima per venerdì 9 ottobre alle 22 con la Milonga Tangueria Popular, mentre per sabato sera il Csoa La Strada presenta Emanuele Urso ‘The King of Swing’ e la sua orchestra, a seguire SoulKitchen Roma selezioni jazz, funk e rhythm ‘n blues. (Entrambi gli eventi sono a pagamento 5 euro).

LeMa