Home Municipi Municipio VIII

Ludoteche Municipio VIII: dopo il bando deserto si aspetta il parere dell’avvocatura

Nessuno risponde al bando dell’amministrazione municipale. Ora si lavora per reinserire le vecchie strutture di via dei Lincei e di via Matteucci

SHARE

MUNICIPIO VIII – Nessuno risponde al bando e il Municipio VIII resta senza Ludoteche. Dopo la fine la fine della convenzione sulle due strutture affidate all’Associazione Arciragazzi (nel Giardino Pisino in via Ostiense e in via dei Lincei), il nuovo bando, che escludeva questi spazi per la mancanza della certificazione di stabilità, resta deserto.

IL BANDO – Il bando poneva alcune condizioni difficili da assicurare per i partecipanti. Questi oltre a mettere a disposizione la propria sede, si dovranno occupare della messa a norma di tutti i locali, del giardino e degli arredi. Condizioni che, con un’offerta economica di circa 47mila euro per dieci mesi, difficilmente avrebbero permesso ad onlus o associazioni di prendere in considerazione la partecipazione. Una perplessità che il mese scorso ponemmo anche alla presidenza del Municipio VIII: “Capisco che l’importo non sia alto – rispondeva il Presidente Paolo Pace – ma quelli sono i fondi a disposizione. Se dovesse andare deserto lo rivedremo”.

REINSERIRE LE VECCHIE STRUTTURE – Ora che il bando è rimasto deserto torna il problema: il Municipio VIII non può restare senza Ludoteche, anche perché i fondi a disposizione per questo servizio non possono essere investiti su altre voci di spesa e rischiano di andare persi. Abbiamo quindi ascoltato la presidenza per capire quali siano i prossimi passi in programma. Paolo Pace ci ha quindi riferito che al momento è stato richiesto un parere sul bando all’Avvocatura Capitolina e che l’intenzione, dopo aver recepito il parere, è quella di arrivare ad una soluzione tale da poter reinserire anche le due strutture adibite a ludoteca fino al dicembre scorso.

Leonardo Mancini

SHARE