Home Municipi Municipio VIII

Lungotevere Dante: con la ruspa costruiscono l’accesso all’insediamento abusivo

SHARE
campo nomadi lungotevere dante

Baccarelli- Saltamartini (NcS): “La ruspa già c’è bisogna solo utilizzarla nel modo giusto

LA DENUNCIA – Proseguono le segnalazioni sugli insediamenti abusivi nella Capitale. Questa volta è Andrea Baccarelli, consigliere di Noi con Salvini in Municipio VIII, assieme a Barbara Saltamartini vicepresidente dei deputati del gruppo NcS, a denunciare un abuso. È il consigliere Baccarelli a raccontare di aver ricevuto nel pomeriggio di ieri una segnalazione da parte di alcuni cittadini e di essersi recato nelle vicinanze del campo sorto a Lungotevere Dante: “Un luogo – spiega – frutto dello scandaloso silenzio assenso di questa inetta maggioranza di centro sinistra che tutt’oggi governa il Municipio in cui ricade il campo”. 

I LAVORI ABUSIVI – La segnalazione dei cittadini riguarda una ruspa intenta a spianare la via d’accesso al campo e ad allargare lo spazio attorno alle baracche: “Hanno deciso di farsi autonomamente, in maniera del tutto abusiva, la propria strada privata di accesso utilizzando una ruspa e gettando nel Tevere qualsiasi tipo di detriti, plastiche, rifiuti che incontrano sulla strada – spiegano Barbara Saltamartini e Andrea Baccarelli – Uno spettacolo indecente, alla luce del giorno, in barba a qualsiasi legge, controllo e sicurezza”.

L’INTERVENTO DEGLI AGENTI – Sul posto sono immediatamente intervenuti gli agenti del Commissariato di Polizia Colombo, che subito bloccato la ruspa e avviato le indagini su quanto accaduto. “Nonostante i miei ripetuti appelli, nessuno ancora ha fatto nulla per garantire la sicurezza e la vivibilità ai cittadini che a differenza di questi abusivi pagano le tasse per avere dei servizi. La ruspa già c’è – conclude la Saltamartini – bisogna solo utilizzarla nel modo giusto per radere al suolo questo insediamento abusivo, concentrato di illegalità e inquinamento”.

LeMa